venerdì 27 novembre 2009

Finisce Movember ...

... e finiscono i Test: ultima giornata di grandi scontri tra nazionali Nord Sud del rugby, fatta salva l'appendice dicembrina Barbarians vs. All Blacks.
Questo il quadro completo delle sfide finali previste:

Friday 27 November 2009

Portugal
Tonga


Saturday 28 November 2009

Italy
Samoa



France
New-Zealand



Scotland
Argentina



Canada
Russia



Irland
South Africa



Romania
Fidji



Wales
Australia



Nell'ordine di importanza crescente: il Canada torna a casa dal Giappone dirigendosi a nord ma facendo il giro largo attraverso la Russia, a caccia di punti per il suo ranking; oggi alla fine sbarca in Europa anche Tonga, mentre Fiji si trasferisce in Romania.
La Scozia cerca conferme del suo momento magico e dopo aver mostrato che la difesa (e Chris Paterson) c'è, e fa un po' di fine tuning dietro (rientrano Cairns al centro e Thom Evans all'ala) per sfidare una Argentina tosta ma limitata, mentre la piu' forte delle Isolane Pacifiche, Samoa, arriva ad Ascoli a testare l'Italia.

Il destino ha voluto che gli Azzurri vengano messi alla prova come squadra, privi di una delle due sue individualita' di reale spicco internazionale assieme a Castrogiovanni. La classe limpida di Parisse non si discute, mentre forse lo possono essere certe sue scelte tattiche sotto pressione (drop, mischia, gestione dei calci di punizione) e il suo reale carisma soprattutto nei confronti degli arbitri; certamente si tratta di una perdita molto grave in prospettiva Sei Nazioni, ma dall'impatto crediamo meno decisivo contro gli Isolani del Pacifico. Lo Stade Francais suo club invece e' gia' a posto, ha Haskell ...
Manu Samoa metterà sotto la lente d'ingrandimento la squadra Azzurra nel suo complesso, la sua effettiva carica, la predisposizione al combattimento e la voglia di mantenere vivo il possesso. Illuminante al proposito dovrebbe essere la schiacciata subita da Samoa da parte della Francia, e manco a farlo apposta il neo capitano Ghiraldini ha dichiarato "La Francia, la settimana scorsa, ha saputo aggredirli da subito imponendo il proprio gioco e la propria fisicità, noi dovremo fare altrettanto e ho fiducia nel fatto che ci riusciremo come gruppo". Obiettivo chiaro, ora si tratta di eseguire.
Se si ripercorre la sconfitta per otto punti di giusto un anno fa con i Pacific Islanders (la partita che "infiniti lutti addusse" etc.etc.), allora ritenuti poco piu' che pellegrini propensi al placcaggio pericoloso, si ricorderà che prendemmo una meta a freddo dopo aver ceduto il possesso e per distrazione difensiva, dopodichè non sapemmo gestire la superiorita' numerica e il nostro arrembaggio per tutto il secondo tempo si rivelo' sterile. In bocca al lupo.


Il XV samoano che sfiderà i nostri già annunciati:
15 Tipi Junior ESAU’, 14 Henry FA’FILI, 13 Gavin WILLIAMS, 12 Seilala MAPUSUA, 11 David LEMY, 10 Eliota FUIMAONO-SAPOLU, 9 Junior POLU, 8 Henry TUILAGI, 7 Ofisa TREVIRANUS, 6 George STOWER (cap), 5 Kaine THOMPSON, 4 Filipo LEVI, 3 Justin VA’A, 2 Mahonry SCHWALGER, 1 Census JOHNSON
A disposizione: 16 Andrew WILLIAMS, 17 Sakaria TAULAFO, 18 Jonny FA’AMATUAINU, 19 Misioka TOMOTEO, 20 Semiperive SEMEANE, 21 Uale MAI, 22 Lucky MUNIPOLA.

In termini di ranking (prima contro quarta) la partita clou della giornata e' a Marseille, Francia - Nuova Zelanda.
Un dulcis in fundo con tanti i temi in gioco: Dan Carter in terra di Francia, la "bestia nera" dei Tutti Neri e relativa vendetta da consumare, la splendida forma e determinazione mostrata dai Bleus nelle ultime uscite, contro una annata con pochi punti fermi e soddisfazioni per i Kiwis - per non dire di qualche infortunio da frustrazione, tipo polemiche sulla mischia post San Siro.
C'e' poi la possibilita' di un clamoroso uno-due francese sulle prime due nazionali al Mondo dopo aver liquidato gli Springboks - e chi li ferma piu' i cugini, se succedesse per davvero? Dall'altra parte c'e' in palio l'ennesimo Grand Slam nel tour boreale, una prestigiosa ciliegina sulla torta riuscita un po' cosi' della stagione 2009 neozelandese.
Le formazioni annunciate risentono, almeno da parte francese, di qualche assenza pesante come quelle di Harinorodoquy e Picamoles, mentre Mermoz ha trovato nel "vecchio" Jauzion un sostituto piu' che all'altezza.
Davanti Barcella con l'aiuto di Servat e Marconnet e' richiesto di schiacciare Tialata supportato da Hore e Woodcock e anche le seconde linee sembrano piu' adatte agli scontri a terra che a quelli aerei (Millo-Chluski e Chabal contro Thorn e Donnelly).
La battaglia in terza linea sara' cruciale, li All Blacks ci han vinto la gara a Twickenham e li' i francesi ripongono la massima attenzione dinamica, giocando pelopiu' per superare la linea non a testate centrali o tentando aggiramenti ma con la velocita' e la precisione dei grabber in seconda o terza fase post ruck. Forse 'e per questo che a fronteggiare i solidissimi Kaino, McCaw e Read sono stati chiamati Ouedraogo e Bonnaire a coprire le assenze a fianco di Dusatoir: sono veloci e aggressivi.
In mediana Trinh Duc e Dupuy provano a coprire Carter e Cowan, mentre al largo la Francia pare prevalere in potenziale d'attacco con Traille in fondo, Clerc e Medard alle ali, Marty e Jauzion al centro, pur avendo di fronte Muliaina in fondo, Cory Jane e Sivivatu larghi e il duo meglio assortito del mondo al centro, Conrad Smith e Ma'a' Nonu.
Sara' una grande gara molto combattuta, dal pronostico incertissimo.

Brilla anche l'altra sfida tra seconda e quinta del ranking, la Battaglia degli Emisferi tra detentore del Sei Nazioni e del Tri Nations, Irlanda - Sudafrica.
Anche qui tanti temi in ballo, a partire dalle ruggini post tournee dei B&I Lions ancora vive nel ricordo dei tanti protagonisti irlandesi, nonche' le ruggini muscolari, evidenti nei sudafricani dopo un 2009 trionfale.
Aldila' del sangue (caldo) che promette di scorrere in campo e dei rischi per entrambe a livello di bilancio novembrino in caso di sconfitta (pesante sarebbe quello Boks, deludente quello irlandese), ci sono molti temi tattici in ballo.
Tanto per cominciare la sfida tra le due migliori seconde linee del mondo: Botha e Matfield contrapposti a O'Connell e O'Callaghan. C'e' poi il ritorno di John Smit al suo antico ruolo di tallonatore per dar spazio a due piloni "veri" come Mtawarira e BJ Botha, nel tentativo di reggere (non certo di dominare) la prima linea irlandese Healy - Flannery - Hayes, allenata da un certo Gert Smal.
La sfida in terza linea promette di essere veramente tosta, coi Lions Ferris, David Wallace e Heaslip contrapposti a una selezione, come dire, molto ruvida: Broussow, Schalk Burger e Roussow. In mediana alla supercollaudata coppia DuPreez - Steyn gli irlandesi contrappongono O'Leary e la consacrazione di Sexton, l'apertura del futuro che ha mandato O'Gara in providenziale panchina, a risparmiargli le botte che la sua rinomata simpatia gli procurò nel tour dei Lions, contribuendo notevolemente alla sconfitta delle Giacche Rosse (ex) di Sua Maesta'.
Al centro un punto di forza irlandese, la coppia Paddy Wallace - O'Driscoll, se la vedra' con Wynand Olivier e Fourie, con Jean De Villiers pronto in panchina al rientro in nazionale. Dietro Kirchner estremo e le due ali Habana e Pietersen, contrapposti a Kearney, Bowe e Earls: almeno 5 elementi su sei di livello decisamente mondiale.
Sara' sfida ad altissimo livello in cui i padroni di casa partono favoriti, ma giochera' molto il fattore fisico, inclusivo sia del nervosismo per la parte Verde e bianca che della stanchezza incombente lato Verde oro.

Terza in ordine di ranking la gara tra terzi e sesti, Galles - Australia.
L'anno scorso s fini' 22-18 per i padroni di casa e fu l'unica vittoria boreale su 11 sfide incrociate tra Emisferi; i Dragoni paiono essersi ripresi dalla sconfitta con gli All Blacks e dai passettini esitanti con gli Isolani, mostrando il loro potenziale nell'ultima gara con l'Argentina.
Per i Wallabies siamo all'ennesimo crocevia tra crisi conclamata e status quo, ma stavolta ci andrebbe pesantemente di mezzo il ranking: in caso di sconfitta potrebbero scendere fino al sesto posto, e queste sono cose molto considerate nei piani alti del mondo del rugby, anche se non producono medaglie o altro.
Eppure l'Australia tra tutte le squadre viste è certamente quella che gioca di più, anche più della Francia stessa; ha pareggiato con l'Irlanda per una distrazione finale, ha perso con la Scozia per un solo punto, calciando via la vittoria. Sono sempre alle solite i Wallabies, grande gioco e pochi risultati, una questione di cuore non di skills, o forse di concentrazione. Al Galles servirà comunque un bello step up, concretizzando il potenziale sinora solo fatto intuire a sprazzi.
Le formazioni, con le novità di Peel in mediana per il Galles al posto di Gareth Cooper, impegnato coi Blues in settimana proprio contro gli australiani e la promozione di Mumm nella seconda linea australiana dopo la bella prova a Cardiff coi Blues:
Wales: James Hook; Leigh Halfpenny, Jamie Roberts, Jonathan Davies, Shane Williams; Stephen Jones, Dwayne Peel; Ryan Jones (captain) Martyn Williams, Andy Powell; Luke Charteris Alun-Wyn Jones; Paul James, Matthew Rees, Gethin Jenkins
Replacements: Huw Bennett, Duncan Jones, Jonathan Thomas, Dan Lydiate, Martin Roberts, Andrew Bishop, Tom James
Australia: Adam Ashley-Cooper; Peter Hynes, Quade Cooper, Digby Ioane, Drew Mitchell; Matt Giteau, Will Genia; Wycliff Palu, David Pocock, Rocky Elsom (capt); Dean Mumm, James Horwill; Ben Alexander, Stephen Moore, Benn Robinson
Replacements: Tatafu Polota-Nau, Matt Dunning, Mark Chisholm, George Smith, Luke Burgess, James O'Connor, Kurtley Beale.

1 commento:

Anonimo ha detto...

I'm really loving the theme/design of your website. Do you ever run into any browser compatibility issues? A number of my blog audience have complained about my website not working correctly in Explorer but looks great in Firefox. Do you have any ideas to help fix this problem?

my homepage - Http://Dsvs-Sote.De/Board/Index.Php?Title=V2_Cigs_Assistance_Me_Feel_Extra_Wholesome_When_I_Start_Smoking
my website > http://Www.sfgate.com/business/prweb/article/V2-Cigs-Review-Authentic-Smoking-Experience-or-4075176.php

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web