mercoledì 14 aprile 2010

Nuove sul campionato che sarà e la Challenge Cup

In attesa di capire come e da chi sarà composto il prossimo campionato di massima serie italiano, la Federazione ha fatto sapere che le prime quattro classificate della stagione 2009/2010 parteciperanno all'Amlin Challenge Cup 2010/2011, "celtiche" ovviamente a parte che andranno in Heineken Cup indipendentemente dal piazzamento in campionato.

Roma – La Federazione Italiana Rugby, facendo seguito alle trattative intercorse con European Rugby Cup (ERC), ente responsabile dell’organizzazione delle Coppe Europee, desidera chiarire i termini di partecipazione delle rappresentanti italiane a partire dalla Stagione Sportiva 2010/2011:
- Benetton Treviso e Aironi Rugby, in quanto partecipanti alla Magners Celtic League, rappresenteranno l’Italia nell’Heineken Cup, indipendentemente dal piazzamento ottenuto da Benetton Treviso ed MPS Viadana nel Campionato Italiano d’Eccellenza 2009/2010.
- Le prime quattro migliori classificate nel Campionato Italiano d’Eccellenza 2009/2010, con l’eccezione di Benetton Treviso ed MPS Viadana, saranno qualificate all’Amlin Challenge Cup 2009/2010.
Andando oltre, giungono le parole del presidente Giancarlo Dondi: “Siamo comprensibilmente soddisfatti di questa soluzione, che arriva al termine di una trattativa lunga e complessa con ERC perché, da un lato, le due squadre italiane impegnate nella Magners Celtic League potranno contare su un numero di incontri di alto livello ancora maggiore con la partecipazione all’Heineken Cup e, dall’altro, con l’impegno in Amlin Challenge Cup delle prime migliori quattro squadre italiane, potremo continuare ad acuire l’esperienza internazionale dei giocatori che militeranno nel massimo campionato nazionale nella stagione 2010/2011".
Poi i dovuti ringraziamenti "a Jean-Pierre Lux, al CEO Derek McGrath e ai partner delle Coppe Europee per aver accettato la nostra proposta. Ritengo si tratti di un passo fondamentale per garantire continuità tra le due squadre italiane di Magners Celtic League ed il vertice del movimento nazionale di Club”.

Il giorno in cui sarà chiaro come la Federazione intenda "garantire continuità" tra le due in Celtic e il resto del movimento nazionale, saremo disposti a riportarlo, dopo la netta "differenziazione" organizzativa attuata tra rugby di alto livello e di base, massimo campionato incluso in quest'ultimo, e dal momento che, ad oggi, non si sa manco quante squadre effettivamente parteciperanno al campionato domestico.


Nel merito, come già riferito, la decisione della Fir di rinunciare alle ventilate "selezioni territoriali" da mandare in Challenge è segnale di uno "scambio politico" avvenuto la settimana scorsa tra Fir e club destinati a rimanere in Italia (ballano dei bei soldini di contributi Erc), nonchè un contentino per i "giovani promettenti" che verranno disincentivati a trasferirsi nelle due rappresentative celtiche se non in prestito temporaneo.
Almeno a sentire le dichiarazioni di Dondi, perchè invece le voci che girano sul mercato dei traferimenti italiani riportano di tutto e di più, addirittura travalicando gli ipotetici confini tra le due "franchigie".

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web