giovedì 18 aprile 2013

Scazzi eccellenti

A questo blog non piace starsene sempre in casa davanti alla tv e quindi ogni tanto va all'aria aperta, dove si possono cogliere spunti da prospettive diverse. Non tanto a seguire i grandi eventi, ci van tutti a quelli, ma piuttosto quelli di base, da dove pescare insomma: le partite della Benetton o delle Zebre, come degli Aironi prima (epica prima stagione in celtica, con gli accodi televisivi andati a ramengo dopo il fallimento di Dahlia TV e RR inossidabile a raccontare i match di Monigo e Viadana in diretta su questi schermi). 
Così dopo tanto, forse troppo tempo e suggestionati dai resoconti del nostro riferimento in materia di Eccellenza, siamo stati allo Zaffanella per Viadana - Cavalieri Prato e ci siamo divertiti. Bella partita tra due squadre che infatti disputeranno le semifinali di campionato. Ad occhio, il Viadana ha ricordato gli Aironi specie del secondo anno di gestione Rowland Phillips - che non a caso è rimasto nel centro mantovano, dove è "servito e riverito, gli vogliono tutti bene", ci ha confermato un amico di lì: difesa per certi tratti un filo di troppo attendista, lenta a salire, ma che con l'abbrivio a favore riesce a riproporsi in attacco con peso. Quanto ai toscani del duo Filippo Frati - Andrea De Rossi, ben calibrata e buone mani, ma tanto possesso specie nel primo tempo e pochi punti portati a casa. In una sfida terminata sul 26-24 sono pesati gli errori dalla piazzola dei Cavalieri e pure la scelta di passare per una rimessa nei 22 avversari piuttosto che puntare i pali da una posizione non difficile. Rimonta, controrimonta, sorpasso nel finale, qualche fischio arbitrale un po' così e 80 minuti intensi. 

Viadana e Calvisano lanciati nella corsa a chi si piglia il primo posto e intanto si pigliano in vista del faccia a faccia del prossimo turno. Ci sta, la guerra psicologica fa parte della battaglia sul campo e non è solo robetta italiana - sanno fare peggio Oltremanica, dove non hanno il sangue latino, ma sparano a uomo dalle colonne di siti e giornali, non risparmiano colpi, i giocatori e gli staff mettono sotto pressione gli avversari con dichiarazioni mirate, studiate e calibrate dunque in questo senso, capita di tanto in tanto che prendano di mira anche gli Azzurri durante il 6 Nations, leggiamolo come riconoscimento indiretto dei nostri meriti. Poi vabbeh, ci sono incrocio pericolosi di mezzo. Tipo che Andrea Cavinato il tecnico del Calvisano e la prossima stagione sarà sulla panchina delle Zebre che hanno rilevato gli Aironi e che a Viadana abbiano sassolini da levarsi nei confronti della Fir e fin qui è scambio verbale - compresa la querelle sul quantitativo di giocatori con esperienze celtiche all'attivo lungo il Po. Quindi il pugno di Luigi Ferraro allo zigomo di Riccardo Pavan con la squalifica cominciata il 10 gennaio scorso e destinata in origine a concludersi il prossimo 9 agosto, ma poi ridotta a due mesi (lo stesso tempo di recupero per il povero Pavan) ma l'incoscienza e la stupidità di un singolo non può essere riconducibile esclusivamente al cosiddetto clima provocato dagli scazzi fuori dal campo. 

Scazzi eccellenti, nel senso di Eccellenza e sui quali già tanto gossip è stato fatto. Cavinato dalla sua ha la tendenza a non tirarsi indietro e anzi a tenere viva la polemica, introducendo il concetto che andava in voga ai tempi della Juventus di Moggi e Giraudo: sudditanza psicologica. Il Calvisano, riflette Cavinato, è vittima di sfavori arbitrali perché è la squadra del presidente della federazione Alfredo Gavazzi e pertanto di contrappasso paga dazio per evitare che benefici di favori "involontari" - tipo pene ridotte. Già a Cavinato da questo blog l'abbiamo comunicato: si prepari allora alla prossima stagione, quando da allenatore delle Zebre dovrà fare i conti con le decisioni di certi fischietti scozzesi e irlandesi. Ci faccia l'abitudine, se è vero che paga dazio per tale sudditanza. Lo constateremo in campo. 

2 commenti:

Stefano Franceschi "Il Nero" ha detto...

Quella di Ferraro smentisce abbondantemente più di quanto farebbe il campo il Cavinato versione lamentosa , Ferraro infatti non ha mai scontato la sua vera squalifica perchè la Giustizia sportiva, così invisa a Gavazzi, povero Cavinato, ha improvvisamente scontato a Ferraro ben 5 dei 7 mesi si squalifica che si era procurato. Fa ridere o piangere, ma è vero, che Ferraro abbia scontato una squalifica inferiore a quella che lui ha "inflitto" a chi ha preso il suo pugno, un giocatore del Viadana, che è rimasto fuori dal Campionato per mettersi a posto la frattura una giornata in più! Ecco che le ultime dichiarazione di Cavinato contro Viadana, visto il contesto, sanno più di incoscienza che di "guerra psicologica" e danno la dimensione di un allenatore tanto bravo quanto fuori contesto in una dimensione di Alto Livello.

ringo ha detto...

Rivisto e sistemato - faccio già fatica a seguire la giustizia ordinaria italiana, mi perdo anche quella sportiva. Però resto dell'idea che Cavinato sia di fondo uno spaccone inserito appunto in una serie di scazzi ed in quanto spaccone spesso hanno in lui la miccia - può essere benissimo che mi sbagli, conosco poco il personaggio se non per quella polemica con la stessa federazione ai tempi dell'incarico con l'Under20 - ci contattò privatamente, ringraziandoci per un post sulle academy dei club con alcune dichiarazioni di Austin Healey. Lungi da me il voler giustificare le affermazioni dell'interessato: io le avrei evitate, sono gratuite e tradiscono evidentemente una sua impazienza e nervosismo.

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web