domenica 19 maggio 2013

I primi Wallabies per i Lions

Stamane i primi 25 Wallabies sono stati nominati da coach Robbie Deans: ovviamente fan rumore mediatico più le assenze che le presenze, quando in realtà c'è tempo e spazio per altri arrivi, dato che i convocati a difendere casa dal Tour dei British and Irish Lions diventeranno trentuno l'11 di giugno, a regular season di  SuperXV terminata e a undici giorni dal primo Test.
Su RR Tumblr  la lista dei primi convocati per l'Australia.

I Wallabies chiamati per ora arrivano dai blocchi Waratahs (10 convocati) e Reds (8),  limitato è il contributo dei vincenti Brumbies (5), c'è un convocato a testa dalle minnows Rebels e Force.
A torto o a ragione ma nel caso australiano non senza motivi, il ruolo principe è sempre l'apertura: qui Deans ha cambiato rispetto al passato, esplicitando la sua preferenza per James O'Connor dei Rebels (in foto), da lui in precedenza schierato estremo o addirittura ala quando non era fermo per infortuni. "He's a bloke that traumatises defences" ha detto, "he keeps the attack very square, which provides opportunity for the channels around him".
Altro indizio, Deans convoca altri più potenziali "ancelle" che concorrenti a O'Connor, nel senso di schierabili anche come primi centri (second five-eight come si dice in Australia): Chris Lealifano dei Brumbies e soprattutto Berrick Barnes dei Waratahs, recentemente lodato dal suo allenatore Cheika che l'ha definito strumentale nella ultima vittoria nel "Clasico Aussie" coi Brumbies, quando è entrato al posto del centro - presente nella selezione - Rob Horne: ‘‘Berrick changed the shape of the game for us, gave [five-eighth] Bernard Foley a bit more room to manoeuvre as well, so we could attack from both sides of the field’’.
Il coach esclude il "suo" apertura dei TriNations e del Mondiale Quade Cooper. Che pure sta facendo bene nei Reds, affiatato col mediano designato Will Genia. Ora Deans lo scarica/critica/stimola: "Test rugby is another level from Super rugby and we would like to see Quade defend in the front line; we would like him to assert himself physically in the game, because that's an element you can't avoid at Test level". Scarsino in difesa si sa da sempre, ma ha bisogno di esser più fisico anche in fase d'attacco? Cooper risulta il migliore del SuperXV per offload riusciti, 27, pareggiati però dal numero di palle perse in cui è il terzo peggiore della Lega, fatto che secondo Deans rivela che l'uomo è prono all'adattamento avversario, che lo chiude e produce pressione. "Delega poche responsabilità di far gioco al suo primo centro", chiarisce Deans, rivelando l'idea di un potenziale approccio "alla australiana classica" alle fasi d'attacco. Il primo centro dei Reds è Ben Tapuai, che guarda caso non sta andando benissimo.
Piuttosto, il coach ha dichiarato di lasciare una porta aperta a Kurtley Beale, attualmente in un centro disintossicazione di Sidney; dovrebbe rientrare per l'ultima gara dei Rebels, dopo di che si vedrà. Parrebbero, beato lui, problemi di abbondanza, anche se per un motivo o per l'altro nessuno dei prescelti ha gran esperienza di Test Match sulle spalle.

Fuor di apertura, l'altra sorpresa delle convocazioni è il nuovo nome, il "dual code" Israel Folau estremo dei Waratahs e già nazionale NRL: è risultato al primo anno di Union il miglior marca-mete Aussie del SuperXV, ma la critica avrebbe visto meglio nel ruolo Jesse Mogg dei Brumbies. Cruciale per lanciarlo al meglio è stata la rischiosa decisione del suo coach Cheika di schierarlo dietro invece che in linea (centro è posizione standard per gli ex League), lì sta dando il meglio grazie alla relativa libertà d'azione. Folau è uno dei tre uncapped della selezione preliminare, col già detto Lealifano e il roccioso terza linea dei Brumbies Ben Mowen.
Rimanendo dietro, dove guardano tutti gli australiani drogati di League, ci sono le giovani ali dei Brumbies Joe Tomane e dei Force Nick Cummins, ma non Drew Mitchell atteso a Tolone. Deans non rinuncia invece all'esperienza allround di Adam Ashley-Cooper.
Davanti, a parte Mowen non ci sono nomi nuovi; menzione merita Scott Higginbotham, primo marca-mete del SuperXV tra gli avanti e il capitano in carica James Horwill, ma non è ancora definito chi avrà la fascia: si saprà l'11 giugno, quando ci saran tutti. Per la terza linea, in assenza di Pocock che vecchio non è, linea giovane con Liam Gill, Mike Hooper e Dave Dennis.
Il Clasico Waratahs - Brumbies sopra menzionato di ieri ha costretto Deans a modificare la lista all'ultimo momento: ha dovuto estromettere per infortunio il "grande vecchio" George Smith e il tallonatore Tatafu Polota Nau. Anche il centro Pat McCabe s'è infortunato nella medesima partita e salta il giro.

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web