venerdì 19 febbraio 2010

Se il professionismo viaggia a bordo di un carretto da golf

Il presupposto di tutto è che il rugby sia cambiato con il passare degli anni. E almeno in linea generale siamo tutti d’accordo, tanto che molto recentemente abbiamo avuto a che fare con le polemiche che hanno accompagnato le Experimental Law Variations con tutta quella guerra diplomatica tra emisfero boreale ed australe. Dunque, il presupposto è valido, ma arriva un interessante spunto dal sito Scrum.com che segue 24 ore su 24 il mondo ovale. È che lo spirito amatoriale vive ancora e gode di buona salute.

Lo spiega John Taylor rifacendosi ad una delle partite più emozionanti degli ultimi anni, quella di una settimana fa tra Galles e Scozia e a quanto accaduto non solo sul campo, ma soprattutto fuori. A partire dal tifoso scozzese che ha levato il kilt mentre un conduttore della BBC stava introducendo lo spettatore al clima che si respirava in vista del match valido per la seconda giornata del 6 Nations. Non è certo la prima volta che scene del genere appaiono improvvisamente sullo schermo, ma in questo caso di trattava di un semplice preambolo.

Finita la partita, festeggiato ciò che c’era da festeggiare, compiuti i rituali del terzo tempo, ecco che Andy Powell, secondo Taylor, si è trasformato in un mito per chi, innamorato di questo sport, si compiace di un briciolo di anarchia: vale a dire salire su una golf buggy e mettersi a girare per la M4 che attraversa la Vale of Glamorgan, pochi chilometri fuori da Cardiff. Le versioni sono numerose, una di queste farebbe intendere che fosse alla ricerca di un hamburger da mettere sotto i denti. “Sono rassicurati”, scrive Taylor a proposito dei tifosi che amano a bit of anarchy, “che il giocatore di rugby professionista, omogeneizzato e stereotipato qualche volta fa le cose senza consultare il coach”. Una bravata bella e buona, insomma, come capita nel mondo amatoriale.

Scherzi negli spogliatoi, ragazzate, riti ai quali vanno sottoposti gli ultimi arrivati o chi è andato in meta per la prima volta. Robe del genere, ci siamo capiti. Tanto che la mente riporta – a dire la verità, il confronto ci pare un po’ eccessivo – alla passeggiata per Princes Street in quel di Edimburgo con Dean Richards e John Jeffrey che prendevano a calci la Calcutta Cup nel 1988 e costò l’allontanamento dalla nazionale per una partita. Purtroppo, il vecchio Dean la scorsa estate è stato tirato in ballo per il bloodgate che ha coinvolto i suoi Harlequins: non sempre tutte le ciambelle riescono con il buco.

Il 2 marzo Andy Powell sarà davanti al giudice, dopo aver già provato a trascorrere qualche ora in galera. “Spero soltanto che abbia un po’ di senso dell’umorismo quando Powell gli apparirà di fronte in aula”, scrive Taylor. Il rugby è una religione in Galles, ipotizzabile che valga come attenuante. Certo che forse è vero: quel pirlone di Andy per una volta ci ha fatto sorridere di gusto.

4 commenti:

Abr ha detto...

Ah ah, Powell su una golf cart in autostrada a cercare un hamburger ... a mo' di spugna per concentrare la birra e farcene stare ancora ...
Se la racconta così forse se la cava, gli danno la seminfermità.
:D

ringo ha detto...

La cosa veramente interessante di tutta questa faccenda è che io ho dormito in una casa vicino all'albergo dove era ospitata la nazionale - e dove sorgono campi da golf, ovviamente. Beh, a parte un centro commerciale, per il resto lì attorno ci sono solo campi, cavalli, strade. Insomma, se la federazione gallese prenotasse in centro, per lo meno, andrebbero a piedi... ;)

Anonimo ha detto...

viva Paoewll, tutta la vita! e se il giudice lo condanna, rivoluzione!

L'Aretino

ringo ha detto...

Il focoso amico toscano ha detto la sua.

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web