lunedì 26 aprile 2010

Worcester saluta la Premiership, Leicester prenota in casa

Penultima pinta di Guinness della stagione che serve per cominciare a mettere in ordine il tabellone della post season e per salutare il Worcester che, dopo la sconfitta domenicale con il Leeds, saluta la massima divisione del rugby inglese. Dal basso della classifica alla vetta, dove le Tigers di Leicester vincono di fatto la regoular season e prenotano uno delle due semifinali in casa grazie anche alla vittoria sugli Harlequins per 40-22 sul campo di Welford Road. Primo tempo combattuto tra le due formazioni con Leicester che però passa subito in vantaggio dopo nemmeno tre minuti grazie ad un intercetto di Toby Flood che va a segnare la prima meta dell'incontro. Sfida aperta tra le due mischia, con i Quins che riescono in un paio di circostanze a mettere sotto quella dei padroni di casa. Il primo tempo si conclude sul 17-16 per i londinesi che in poco tempo riescono a ribaltare lo svantaggio iniziale grazie anche alla meta di George Lowe e al piede di Clegg. Nella ripresa il giallo alla terza linea dei Quins Robshaw permette al Leicester di sfruttare la superiorità numerica e di allungare sul 33-17 che chiude la discussione.

Match al cardiopalma tra Saracens e Northampton: vincono anche in questo caso quelli di Londra per 28-27 e tengono vive le speranze per i playoff. Se il campionato si fosse chiuso ieri, avrebbero affrontato proprio i Saints secondi in classifica. La partita si chiude al 78' quando Foden segna la meta per i suoi, ma Geraghty subentrato a Myler non manda a segno il calcio per i due punti supplementari che avrebbero garantito la vittoria a Northampton. Serie di allunghi e rincorse per tutti gli ottanta minuti con i Saints che partono bene, ma i Saracens accorciano con la meta del capitano Ernst Joubert. Poi di nuovo Northampton in avanti, mentre l'arbitro White sventola un giallo a Botha. Alla fine fa la differenza la meta di Penney quando ormai sono trascorsi 70' di partita. Oltre che quel calcio sbagliato di Geraghty.
Davanti ad oltre sessantamila persone a Twickenham, Bath si impone 35-19 sui Wasps, mostrando di aver recuperato il bel gioco spumeggiante tutto verticalizzazioni e offload veloci che l'aveva portata in alto negli anni passati. Ha compiuto una incredibile rincorsa dopo una prima metà di campionato orribile e ha raggiunto quarto posto, scalzate proprio le vespette, dal gioco aggressivo ma lento, scontato, molto "inglese" - gli avanti a spingere e dietro Cipriani a gestire aperture per linee verticali, regolarmente esposte all'intercetto. Tre mete per Joe Maddock, secondo in classifica marcatori con 10 mete dietro all'irraggiungibile Ashton dei Saints e forse obiettivo di mercato della Benetton (non fosse "troppa grazia Sant'Antonio" si direbbe che lo sia per davvero, almeno a giudicare dalla nonchalance sospetta che Munari gli dedica in telecronaca), e una superba prestazione di Olly Barkley assicurano a Bath il punto di bonus (il centro segna 15 punti al piede e la quarta meta). I "padroni di casa" partono bene con il piede di Cipriani e allungano sul 6-0, ma al 18' arriva la prima meta degli uomini vestititi di blu dopo un bell'attacco. Gli ospiti si portano avanti, devono stringere i denti quando Abendanon viene espulso per dieci minuti in seguito ad un blocco su Tom Varndell. Nella ripresa il primo a segnare è Cipriani da calcio di punizione dopo un'azione lunga 12 fasi. Ma l'apertura dei Wasps si fa intercettare un passaggio che permette a Maddock, al 57', di correre nuovamente in meta e con la conversione di Barkley, Bath vola sul 28-12 prima di allungare nuovamente con il suo centro sul 35-12.
I London Irish complicano i loro sogni di post season e aprono la strada a Bath perdendo con Gloucester: 34-20 il risultato finale. Exiles per due volte in quattordici possono solo consolarsi con le mete di Roche, Steffon Armitage e del pilone Murphy: un affare di mischia, insomma. Ora per sperare di proseguire l'annata, devono anzitutto vincere l'ultima con Northampton e poi fare i conti con i risultati di Bath e Wasps: missione impossibile.
Per quanto riguarda gente che si salva e gente che non ce la fa, venerdì Newcastle aveva messo una seria ipoteca sulla salvezza grazie alla vittoria per 32-20 sul Sale. Poi ci ha pensato il Leeds che ha battuto ieri 12-10 il Worcester, a questo punto relegated. I padroni di casa vanno a segno solo con il piede Thomas (quattro calci di punizione). Al 70', sul punteggio di 12-3, arriva la meta di Grove per Worcester, trasformata da Jones. Ma ormai è troppo tardi, nel ultimi dieci minuti il punteggio rimane fermo e i Warriors salutano la Guinness.

Nel frattempo si discute sul futuro della Premiership: salire a 14 team come in Francia, bloccando la retrocessione (Worcester amerebbe l'idea)? L'obiettivo è accrescere le opportunità di bizness quindi il numero di partite senza abbassare il livello, il che comporterebbe dover abolire la Anglo Welsh Cup per motivi di spazi in calendario. Come reagirebbero i gallesi?
Se l'idea acquisisse gambe e al contempo prendessero corpo mai sopite insofferenze celtiche e nostalgie di scontri coi nemici di sempre, per scaldare il pubblico e aumentare gli afflussi, allora i gallesi potrebbero candidare un paio di squadre loro per far salire numeri e livello della Premiership ...
La classifica dopo 21 giornate dice che a grandi linee molto è fissato - la prima, l'ultima, tre finaliste su quattro, le sei in Heineken Cup, ma qualche importante dettaglio rimane ancora da fissare nell'ultima giornata.
Non tanto il quarto posto: Bath ha tre punti di vantaggio su Waps e Irish e avrà in casa Leeds già salvo e questo potrebbe semplificare le cose. Nle frattempo Wasps, focalizzati sulla Challenge Cup, proveranno a tener vivo il lumicino della speranza nella trasferta a Newcastle e gli Irish ricevendo Northampton.
Quest'ultima sfida sarà decisiva anche per fissare un altro dettaglio, chi avrà l'importante
secondo posto che consente la semifinale in casa: i Saints hanno due punti di vantaggio ma i Sarries andranno a Leicester già certa del primo posto.
  1. Leicester 73 pts.
  2. Northampton 67
  3. Saracens 65
  4. Bath 56
  5. L. Wasps 53
  6. L. Irish 53
  7. Gloucester 44
  8. Harlequins 41
  9. Leeds 36
  10. Newcastle 36
  11. Sale 32
  12. Worcester 27

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web