lunedì 24 settembre 2012

Don't panic, just sack

Settimana scorsa a Sale chiedevano "no panic" dopo le tre sconfitte di fila in questo inizio di Premier. Venerdì è arrivata la quarta, contro i London Welsh (che al contrario hanno così ottenuto il secondo successo consecutivo) ed è saltato Steve Scott, coach degli avanti degli Sharks. Ex internazionale con la Scozia, aveva assunto il ruolo nel dicembre 2010: ora il club è alla ricerca di un nuovo assistente per coach Bryan Redpath. "I nostri risultati sono stati scarsi fino ad ora e così abbiamo deciso di apportare dei cambiamenti la struttura tecnica all'interno", ha dichiarato sabato Steve Diamond, il capo degli Sharks. 
A Salford venerdì il match era finito 29-19 per la matricola nei primi dieci minuti gli Exiles accerchiano gli avversari nei loro 22, andando in meta con il flanker Mike Hills dopo 3 minuti, con un'azione di raccogli e vai da parte dell'intero pack sotto la porta di Sale. Gordon Ross aumenta il bottino (13-0), Danny Cipriani accorcia le distanze fino al -4, ma al 33' il Numero 8 londinese Ed Jackson varca nuovamente la linea del touchdown con un'azione simile a quella della prima meta, infilandosi sotto le guardie e marcando visita. Al riposo sul 23-9, i Welsh allungano nuovamente con Ross, quindi i padroni di casa provano ad aggiustare la situazione andando fino in fondo con l'ala Tom Brady al 59' e con il piede di Nick Macleod, fino al -7 (19-26), ma l'ultima parola è ancora di Ross, all'80'. 

Big match sabato pomeriggio, il più atteso della giornata: Leicester Tigers contro Harlequins, per la prima volta dopo la finale della scorsa stagione. E Quins che proseguono la loro marcia spedita vincendo per 22-9. Le Tigri sono la prime ad azzannare, con un'azione di 19 fasi che però si conclude solo con un piazzato di Toby Flood al quale risponde Nick Evans. Gli equilibri di rompono definitivamente al 20', quando lo stesso Evans ricicla ottimamente per George Robson che a sua volta consegna il pallone al veloce Tom Williams che va a marcare in mezzo ai pali (10-6 Harlequins). Danny Care va di drop, Evans fissa il +10 (16-6) al 47' e la sua precisione consente ai campioni in carica di non correre rischi, mentre i tentativi offensivi di Leicester non vanno a buon fine, nemmeno con la fuga di Julian Salvi che punta alla bandierina, ma viene atterrato sulla linea dei 5 metri.

A Gloucester applausi per l'ala James Simpson-Daniel nella vittoria dei Cherry & Whites sui London Wasps che schierano titolare Andrea Masi primo centro, mentre Fabio Staibano entra dalla panchina. Se Stephen Jones apre le marcature dalla piazzola al 7', Simpson-Daniel al 22' dribbla cinque avversari partendo dalla fascia e convergendo verso l'interno per la prima meta dei suoi, seguita dopo sei minuti da quella della terza linea Sione Kalamafoni, alla sua prima in Premier: raccoglie palla da una ruck e trova il pertugio nel quale infilarsi per correre tutti i 22 metri delle vespette. Sul 20-3 per i padroni di casa, gli ospiti reagiscono con il secondo centro Elliot Daly, alla mezz'ora, lasciando sul posto Freddie Burns che provava a placcarlo. Nella ripresa è un affare di calci tra Burns, Jones e Nick Robinson, subentrato al gallese per fissare lo score finale: 29-22.   

Match intenso tra Northampton Saints e Worcester Warriors, vinto dai primi per 37-31, con nove mete: cinque Saints, 4 Warriors che per lo meno tornano a casa con doppio punto di bonus (offensivo e difensivo). Northampton incanala al meglio l'incontro con tre mete nel primo tempo: doppietta del centro Luther Burrell e poi la Freccia Russa Vasily Artemyev per il 25-3 che chiude la prima frazione. Tutto sembra far presagire un successo facile per i padroni di casa che si portano addirittura sul 37-3, con le mete di Courtney Lawes e il tallonatore Mike Haywood, ma nell'ultimo quarto Worcester monopolizza: il mediano Jonny Arr al 64', il centro Josh Matavesi al 65', l'ala Josh Drauniniu al 70'. Quando si dice poter contare sulla panchina, visto che i tre erano nella lista dei sostituti. All'80' il tallonatre (pure lui panchinaro) Olli Hayes firma la quarta meta Warriors, preziosa e pesante perché vale due punti nonostante la sconfitta. 

Successo dei London Irish sul Bath per 29-22. Al 28' la meta dell'ala Kyle Eastmond porta avanti gli ospiti (13-9) dopo il batti e ribatti tra i piazzatori Steve Shingler e Olly Barkley, alla penultima gara col suo club di sempre prima di migrare in Francia. Ma prima della pausa il pilone Halani 'Aulika dà una mano agli Exiles per 19-13 sul quale si va negli spogliatoi. Al 46' Jonathan Joseph fissa l'allungo decisivo (26-16 con la trasformazione) e se Barkley di penalty porta i suoi al -4, Shingler al 72' consente ai suoi di riprendere un po' fiato, quel tanto che basta. Prima vittoria per gli Irish, che fa tirare un sospiro di sollievo. Mentre nell'ambiente di Bath c'è dell'insofferenza per le occasioni che non vengono colte.

Ieri, nel posticipo domenicale, gli Exeter Chiefs cancellano la sconfitta allo scadere contro i Welsh dello scorso turno a scapito dei London Saracens: 14-12 al Sandy Park. Settimana da scordare per Chris Ashton: l'ala dei Sarries lo scorso week end era rimasto coinvolto in una rissa in locale, mentre contro i Chiefs è ammonito al 49', consentendo ai padroni di casa di approfittare della superiorità numerica con il centro Sireli Naqelevuki al 54': è la marcatura che rompe il precario equilibrio dettato dai piedi di Ignacio Mieres e Owen Farrell. Ashton si becca il sin bin per aver corso per 20 metri ed essersi infilato irregolarmente in una maul ferma e finendo anche faccia a terra dopo essersela vista con il blind side flanker di casa James Phillips. Non è stato l'unico a finire sulla lista dei cartellini gialli: sono toccati anche a Kelly Brown, capitano dei Saracens, al 28' e a Chris Whitehead, pilone Chiefs al 60'. 

Classifica: Harlequins 19; Saints 18; Saracens, Tigers 12; Chiefs, Gloucester 11; Bath 10; Wasps 9; Welsh 8; Warriors 5; Irish 4; Sharks 1. 

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web