domenica 23 settembre 2012

ITM Cup, Canterbury tiene il passo - Updated

Update 23/9:
Pericolo scampato, domenica il Canterbury esce benissimo da Hamilton, vincendo 27-52 su un Waikato spinto sempre più in basso, a giocarsi la permanenza nella Premiership coi Magpies. Provano a partire forte i padroni di casa ma vengono prima rimontati (24-39 il parziale del primo tempo) e poi annichiliti dalla determinazione dei campioni in carica, con un secondo tempo in cui paiono affrontarsi squadre di categorie molto diverse. Sono sei mete contro tre, con doppietta per il centrone Rob Fruean, in meta anche George Whitelock  rilasciato dagli All Blacks.
Nel Championship, Otago in crescita prevale e sorpassa in classifica Tasman per 39-13, marcando una serie di passi falsi dei sinora lanciati Mako's. Anche qui recupero nel secondo tempo, dopo il primo terminato 3-13: Sono cinque mete a due, con doppietta dell'ala Marshall Suckling.
Le nuove classifiche:

 2012 ITM CUP PREMIERSHIP
 Team
Played
 bp1
bp2
Points 
 Auckland
7
 4
0
24 
 Taranaki
6
 3
0
23 
 Wellington
6
 4
0
20 
 Canterbury
6
 2
1
19 
 Bay of Plenty
6
 2
1
11 
 Waikato
6
 1
1
10 
 Hawke's Bay
6
 1
1
10 


2012 ITM CUP CHAMPIONSHIP
 Team
Played
 bp1
bp2
Points 
 Counties Man
6
 5
1
26 
 Otago
6
 3
0
19 
 Tasman
6
 2
1
15 
 Northland
6
 2
1
15 
 Southland
6
 1
2
11 
 Manawatu
6
 1
1
10 
 North Harbour
7
 0
2


Update 22/9:
Dopo gli anticipi, con l'ennesima vittoria delle Counties giovedì e l'avvincente derby of the Bays di venerdì, le partite della nona giornata giocate sabato sono una di Premiership, una di Championship e  l'altra metà e metà.
In quella di Premiership è Auckland a fermare ancora la inizialmente più forma di tutte Wellington, vincendo per 43-30, quattro mete per parte con doppietta del visitor Alepati Leiua e 28 punti inclusivi di meta per Gareth Anscombe , di gran lunga primo marcatore del torneo. Metaman del torneo con 5 mete un altro giovane della metropoli nordista, Charles Piutau , in meta nel turno e anche in quello precedente, nella fondamentale vittoria contro Taranaki.  Partita arbitrata da brr..... Bryce Lawrence.
Nel Championship Southland si sta forse svegliando: seconda vittoria in fila, stavolta tocca  al fanalino di coda North Harbour ancora a zero vittorie in stagione (non c'è retrocessione dal Championship, anche se le Province neozelandesi sono ben più di 14, vero?):  è finita 17-27 con due mete per parte, una di Jimmy Cowan.
In quella "mista", impresa sfiorata a Whangarei da Northland con lo scalpo fresco di Tasman appeso alla cintura: i Taniwha per un pelo non riescono a farcela persino con Taranaki, il finale è 31-32. Merito di 22 punti (otto su otto più una meta) dell'ala piazzatrice Frazier Climo, ma guidavano 7-16 a fine del primo tempo e gli è andata bene, nel frenetico recupero dei padroni di casa negli ultimi dieci minuti.
A domani per un altro mezzo derby, Otago - Tasman e soprattutto Waikato - Canterbury.

(post originario, 21/9)
Recap delle puntate passate nella settimana australasiana - il weekend (neozelandese) già iniziato.
Con la ITM Cup che procede a tappe forzate, eravamo arrivati non più tardi del 12 ultimo scorso a rendicontare la sesta giornata per le Province in Premiership.
Nella settima giornata, il giorno 15 Wellington s'è immediatamente rifatta della sconfitta subita a Canterbury nel quinto turno, battendo in casa l'annaspante Waikato per 29-13, quattro mete a una.
Gli altri due incontri di giornata han visto le squadre di casa passare ma non è banale: si tratta di Bay of Plenty che il giorno 14 ha preso la seconda vittoria stagionale battendo Auckland per 37-16, quattro mete a una con doppietta per l'estremo Lance McDonald, tutti punti di Auckland di Gareth Anscombe; l'altra è la sempre più convincente Taranaki che il giorno 15 sistema Canterbury con un 18-9, due mete a zero e conserva ancora il Ranfurly Shield. La prima meta è del 23enne James Marshall, chi se lo ricorda nei primi Aironi? Rimpiazza all'apertura Beauden Barrett, convocato negli All Blacks. E contribuisce a mantenere lo Shield all'ombra del Mount Taranaki - o Mount Egmont, 2500 metri, tra i più simmetrici dei coni vulcanici (nella foto, visto da una scuola elementare di New Plymouth).
La ottava giornata di Premiership s'è giocata il giorno 19 e includeva una sola gara: Auckland conferma l'andamento altalenante di tutte le protagoniste, battendo proprio Taranaki alla seconda sconfitta stagionale, col punteggio sudafricano di 43-32, "solo" quattro mete contro cinque degli ospiti ma venti punti per Anscombe (più tre di Simon Hickey, alla sua seconda partita parziale). Per gli Ambers and Blacks, doppietta di capitan Jason Eaton.
Ovviamente in Nuova Zelanda il weekend è già cominciato: già giocata stamane la prima della nona giornata, la sfida delle due Baie abbastanza deludenti sinora: prevale quella di casa, forse salvando la stagione, visto che non sono più ultimi da soli, agganciando in classifica il Waikato: Hawke's Bay batte Bay of Plenty per 42-41. Eroe di giornata per i Magpies il rincalzo Ihaia West, della (sfortunata) nazionale dei Baby Blacks: marca meta al terzo minuto di recupero e se la trasforma per la vittoria.  A seguire domenica Waikato-Canterbury, per adesso in classifica l'unica di testa a perdere il passo e rischiar grosso nel turno è proprio la Provincia dei Cantabrians campioni in carica. 


Nel Championship, il 12 per l'unica gara prevista per la sesta giornata, Tasman continuava a brillare e Southland a sprofondare: finiva 13-10 la sfida tra le Province alle estremità opposte dell'Isola Meridionale, due mete a una a sfavore degli Stags capitanati dal pilone-immagine Jamie McKintosh dove pure gioca Jimmy Cowan titolare, prima del trasloco in Europa.
Nella settima giornata, il 16 gli Stags si rifacevano immediatamente, in casa a spese di Hawke's Bay che pure milita nella categoria superiore: 35-7, quattro mete a una. Da segnalare il ritorno di Robbie Robinson nella Provincia basata a Invercargill.
Nella giornata proseguiva la marcia di testa delle Counties Manukau, stavolta vincenti su Otago per 43-12 (cinque mete a zero, doppietta dell'ala Sherwin Stowers. Estremo degli Steelers è cousin Tim Nanai Williams, mentre interessante notare nella formazione degli Razorbacks l'inedito di ben due giapponesi: tali Fumiaki Tanaka, 27enne mediano dei Panasonic Wildknights, e Shota Horie, 25enne tallonatore del medesimo club).
Le altre due gare della settima eran vittorie esterne: il 13 Manawatu passava in casa del North Harbour per 20-23 (tre mete a due, per la squadra di casa, risolvevano i 13 punti piazzati dall'ala Craig Clare, a Viadana nel 2009/10, contro l'ex Capitolina Luke Devcich che ne piazza solo 5); il 16 Northland riusciva a passare in casa del Tasman, 17-20 il finale ( due mete a una per la squadra con Rene Ranger e quattro tongani più un samoano titolari).
Ottava giornata: il 18 Otago si rifaceva a spese di North Harbour ancora a zero vittorie, schiacciandoli con un 54-25, sette mete a tre con doppietta del flanker 21enne Gareth Evans (e sempre col mediano giapponese titolare).
Ieri infine, nell'anticipo della nona giornata, Manawatu provava ad opporsi alla marcia trionfale delle Counties e quasi ci riusciva, il finale è 28-31, tre mete contro quattro (con doppietta del centro 22enne degli Steelers Bundee Aki);  Clare piazza 11 punti per i Turbo's, quanti Baden Kerr dall'altra parte.

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web