lunedì 8 ottobre 2012

"Exeter's greatest victory" e sesto giro di Pro12 concluso

Il prossimo week-end i campionati si fermano per il via delle Coppe europee e ci lasciano al momento con un paio di risultati interessanti nella Premier inglese, che dopo sei giornate è ancora in fase di assestamento - tranne che per l'ultimo posto in classifica, dove si ritrovano dall'inizio i Sale Sharks sconfitti dai Leicester Tigers nell'anticipo del venerdì.
Ordunque, ai piani alti sia i Northampton Sainst che gli Harlequins vengono stoppati. In particolare i Saints vengono sconfitti 39-17 dagli Irish che danno un colpo di reni a questa prima parte di stagione non cominciata nel migliore dei modi, rifilando quattro mete. Al Madjeski Stadium di Reading il secondo centro di casa Jonathan Joseph al 22' si porta l'ovale in area di meta a colpi di piede e riesce a schiacciarlo a terra prima che finisca oltre il campo, mentre al 35' il tallonatore David Paice trova il varco dopo una battaglia in trincea e prima ancora che finisca il primo tempo Ian Humphreys piazza un drop dalla lunga distanza: 18-0 dopo i primi quaranta minuti per gli Exiles. Con la ripresa se Stephen Myler dalla piazzola cancella lo zero sul tabellone dei Saints, al 48' Topsy Ojo (smarcato da un ottimo off load di Joseph) e la terza linea Jamie Gibson al 60' consentono ai londinesi di allungare fin sul 33-3. Le risposte dell'ala Ken Pisi e del capitano Phil Dowson arrivano quando ormai la gara è chiusa. 

Quanto ai Quins, tornano sconfitti dalla trasferta contro gli Exeter Chiefs per 42-28: "La più grande vittoria di Exeter di sempre", secondo il Numero 8 Richard Baxter (foto). Per entrambe si trattava di riprendere la via della vittoria, c'è riuscita l'ex matricola terribile che va in meta con il pilone Brett Sturgess all'11', servito al largo. Gareth Steenson allunga fino al 13-3, ma negli spogliatoi per l'intervallo ci vanno davanti gli ospiti che approfittano di un pasticcio nei propri 22 dei Chiefs con Nick Evans al 25' e poi vanno ancora in meta con Ugo Moyne: 18-16 Harlequins. I secondi quaranta minuti sono particolarmente emozionanti: il flanker Ben White al 43' per i Chiefs, il mediano Karl Dickson per gli ospiti al 57' sulla palla rubata e il contropiede guidato da Rory Clegg. Ma nell'ultimo quarto doppietta nel giro di due minuti (65' e 67') dell'ala Jason Shoemark e al 78' il trequarti Sireli Naqalevuki per suggellare il successo di Exeter. 

Il derby del Kingsholm tra Gloucester e Bath di fronte a 15.000 spettatori va ai Cherry & Whites per 16-10. Tra gli ospiti ha dato l'addio Olly Barckley volato a Parigi e allora il neozelandese Stephen Donald con il primo minuto che deve ancora scoccare va in meta infilandosi nella difesa avversaria e trasformando la sua stessa meta. Al 19' dalla piazzola fissa lo 0-10 dal quale Gloucester si riprende con due piazzati di Freddie Burns. Il destino dell'incontro cambia definitivamente al 51' con la meta dell'estremo Rob Cook per il 13-10 dei padroni di casa che al 73' si assicurano un vantaggio di sei punti con il drop di Burns. 

Domenica: i London Wasps superano 10-6 i Worcester Warriors (Andrea Masi sempre titolare come secondo centro, Fabio Staibano rimasto per tutta la gara in panchina). Il pilone Simone McIntyre marca di peso al 3', quindi Stephen Jones trasforma la meta e infila un calcio di punizione e dopo un quarto d'ora è 10-0. Così finisce il primo tempo, mentre Andy Goode accorcia di piede (43' penalty, 50' drop) tornati in campo dopo l'intervallo. 

Di gran lunga più emozionante il match tra London Welsh e London Saracens, che vede la prima volta di Gavin Henson con la maglia degli Exiles, schierato dal primo minuto all'apertura. Vincono i Sarries 28-23, ma i padroni di casa dimostrano che venderanno cara la pelle per tutta la stagione - e intanto guadagnano un punto di bonus. L'ala Phil McKenzie al 7' vola in meta approfittando di un pallone perso dagli ospiti nella trasmissione al largo e colpisce di contropiede con una falcata di 50 metri. A levare le castagne dal fuoco per i saraceni ci pensa Charlie Hodgson che realizza tutti e 28 i punti dei suoi, compresa la meta con la quale rispondere immediatamente al 16'. La prima frazione si chiude sul 19-13 per Saracens che nel secondo tempo allungano sempre con Hodgson fino al 25-13, ma Henson tiene in scia i suoi dalla piazzola. Al 75' va i meta invece l'estremo Tom Arscott per il momentaneo 23-25: gara del tutto aperta negli ultimi cinque minuti, ma a chiuderla ovviamente ci pensa l'apertura dei Saracens. 

Classifica: Saints 22; Harlequins, Tigers, Saracens 20; Gloucester 19; Chiefs 16; Bath 15; Wasps 13; Warriors 11; Welsh 10; Irish 9; Sale 1.


Chiudiamo anche il giro di Pro12 con il big match di sabato al Lansdowne Road tra Leinster e Munster, vinto dalla formazione di Dublino per 30-21 e con i padroni di casa che si ritrovano sempre in vantaggio per tutti gli ottanta minuti, anzi no: al 10' è 8-7 per i rossi di Limerick perché alla meta con la quale il tallonatore Richardt Strauss apre le danze rispondono la meta del Numero 8 Peter O'Mahony al 6' e il piede dalla piazzola di Ronan O'Gara. Jonathan Sexton aiuta i suoi a rimettere becco avanti e Ian Madigan, al 21', a rafforzare il vantaggio con la seconda meta del Leinster che chiude sul 20-14 il primo tempa. Nella ripresa Brian O'Driscoll al 53' apre il solco buono (30-14) che resiste anche dopo la meta del mediano di Munster, Conor Murray, al 67 (qui gli highlights)

Per concludere, è di 6 a 1 il computo dei calci, quelli tra il centro Peter Horne e Leigh Halfpenny nella sfida tra Cardiff Blues e Glasgow Warriors vinta in trasferta dagli scozzesi per 18-3


Classifica: Ulster 21*; Scarlets 20; Glasgow 18; Leinster 17; Munster, Ospreys, Blues 14; Treviso 13; Edinburgh 12; Connacht 10; Dragons 9; Zebre 1*.
*Ulster e Zebre una partita in meno

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web