sabato 15 dicembre 2012

Heineken Cup Round 4: Benetton Treviso 13-14 Leicester Tigers Live Commentary

50 commenti:

Anonimo ha detto...

Alla fine Treviso e Smith perdono cadono vittima delle loro debolezze,per cui ome ho detto a settimana scorsa l'argentino ha esagerato ma non c'è dubbio che Smith voleva shoccare il mondo con quella stupida decisione e oggi li hanno ammazzati proprio la.Clancy non arbitrava oggi........ Inutile in Italia siamo fottuti.

Zagor ha detto...

Purtroppo hai detto sinteticamente una verità.Aggiungo che Treviso ha sbagliato completamente la campagna acquisti,e oggi si e' visto.Dalla Francia un dx forte non verra mai in Italia,così come unisolano forte ,magari da Toulon va a Bordeaux o Bayonne o ...... Ma non in Italia.Non parliamo di Budd un uomo invisibile.Aggiungi che Rovigo perde dagli spagnoli,per cui mi associo, siamo fottuti.

Abr ha detto...

"li hanno ammazzati proprio": era Leicester, uno dei club top del top de la crema. Per un punto. Con gli aiutini (piccoli, ma nei momenti giusti) del papà putativo di Clancy, Rolland.
"Inutile in Italia siamo fottuti". Come no, per un punto.
Amico, ripujiate che non è successo niente, su.

Abr ha detto...

Sollevando lo sguardo, che razza di partitone Leinster-Clermont! Ne parleremo.

Abr ha detto...

Zagor, dire "completamente sbalgiato" riguardo ai rinforzi Benetotn, è del tutto fuori luogo anche per chi ti dà ragione.
In più, non comprendo che centri con questa partita.
Vecchi e nuovi, per demerito di nessuno e per merito di tutti, han perso per un punto contro una delle top europee! Un vantaggio fino a tre minuti dalla fine!!!
Ma di cosa stiamo parlando?
A far di ogni erba un fascio, si perde il lume e si sparacchia nel mucchio.

Andiamo poi ai "nuovi": Budd ha fatto assegnare la meta di penalità a Benetton, agganciandosi lanciato alla maul (davanti al portatore di palla: sarebbe fallo ma nessuno lo fischia), dandole la spinta che ha scardinato la difesa e ha fatto pensare a Rolland, senza affossamento sarebbe stata meta.
Unico suo errore: un fallo di reazione sciocco in una ruck, per fortuna non piazzato da Ford: capita, dopo 10 minuti di difesa, anche ai più freddi. Per il resto s'è fatto il culo a difendere al pari di tutti gli altri, a partire dal Man of the Match Zanni. O si pensava che avvivava il fenomeno che dava la birra Zanni, Barbieri etc.? Come giustamente affermi, quegli stranieri lì magari esistono, non so, ma sbarcano solo in Francia.

Rovigo perde in casa col Gernika? Quello è lo scandalo, il punto più basso del rugby targato FIR, ma è tutt'altro paio di maniche, siamo agli etremi opposti.

A Monigo , ribadisco, i Tigers e non il Trambacche, han trovato squadra che ha giocato ALLA PARI con loro. E han vinto al lumicino, grazie alla maggior esperienza. Punto. E ci sarebeb da sbatter la testa sul muro per questo?
Ricordo che Benetton ha perso in stagione cinque partite in casa, di cui tre - con Leinster, Ulster e Leicester -per un punto.
Va ben che l'assenza di cinismo è una cosa che fa girar le palle, ma dire che è tutto finito e non c'è speranza beh, mi pare un filo eccessivo, diciamo.

Zagor ha detto...

Abr,solleviamo lo sguardo se vuoi ed e' proprio per quello e per la partita di Lei vs Clermont che si capisce come il Tv ,generoso ,sta girando fuori giri,e vedrai quanto tribolerà vs Zebre. Inutile asco derisi se Tv e' il meglio,e lo e' siamo veramente in difficoltà.Aggiungo che quando e' ora Cittadini,Rizzo,e compagna bella svaniscono.Zanni super e purtroppo e' l'unico

ivanot ha detto...

Arrivo da Monigo, sono sicuramente imbufalito per il risultato, ma a mente fredda, voler vincere contro certe corazzate e giocare 20 minuti in 14 è quasi impossibile, oggi una grande partita, 15 leoni, sono orgoglioso dei ragazzi, con i se e i ma non si va da nessuna parte lo so pure io, ma se entra il drop...........come dice Abr tante partite perse di un punto, che dire, amen alla prossima settimana a Parma.

Hooker ha detto...

Premetto che la partita non l'ho vista (maledetto lavoro!), per fortuna ho potuto seguire la vostra diretta testuale.
Certo che quando perdi tre partite di quel livello per un solo punto nell'arco di un paio di mesi un po' ti rode, ma non è certo questo il punto dolente del sistema-rugby-Italia.
Il problema, come sottolineato da Abr, è Rovigo che perde con gli spagnoli, il problema è che dopo Treviso c'è un gradino troppo troppo troppo alto.
Treviso parte con l'handicap perché ha un bacino qualitativamente limitato (eccellenza) in cui pescare rinforzi e perché la Fir pesa troppo poco (vedi arbitraggi un po' ballerini).
Non si può dire che la campagna acquisti sia stata deludente, bisogna fare i conti con la realtà! Ci manca solo che diciamo ai signori Benetton che sono brutti e cattivi perché non portano in Italia un SBW o un Carter! Siamo seri, su!
Movimento nazionale limitato (per qualità e quantità) significa poco appeal, che significa pochi sponsor, che significa pochi soldi.
Non è filosofia, è geometria. Più è larga la base e più arriva in alto il vertice.
E buonanotte.

ringo ha detto...

Keep calm... and play rugby.

Anonimo ha detto...

http://www.telegraph.co.uk/sport/rugbyunion/club/9747457/Treviso-13-Leicester-14-match-report.html

A leicester si lamentano dell'arbitro... vabe'

Comunque, mi ha impressionato la difesa di treviso. Reggere per 30 minuti in apnea senza commettere falli mi è sembrata una gran prova di forza.
Peccato che il giallo a loamanu sia arrivato proprio quando eravamo riusciti a mettere la testa, per un attimo, nella loro metà campo e avremmo potuto rifiatare un po'.

Vedremo come andrà con le zebre. Certo, se dobbiamo prendere come riferimento i risultati in HC, treviso non dovrebbe tribolare così tanto... Ma non credo che la cosa funzioni in modo così automatico.

Vanni

luis ha detto...

Se penso che sono solo tre anni che la Benetton è in CL/Pro12 mi consolo un po'.Anche oggi hanno combattuto contro una corazzata continentale fino alla fine senza sfigurare,anzi! Poi come fatto notare argutamente gli aiutini arbritrali nei momenti topici hanno fatto il resto, certo niente di clamoroso ma molto scientifico!
Peccato per la dabbenaggine in occasione della meta inglese, nel contesto di una prestazione difensiva eccellente, e di non avere- purtroppo- dei cambi all'altezza. Così come contro Tolosa anche oggi abbiamo visto e capito cosa serve per stare/competere a certi livelli, ma non dimentichiamoci mai da quanto e dove sono partiti: le sconfitte ci stanno a patto che ti insegnino comunque qualcosa.

Anonimo ha detto...

ragazzi se togliamo il benetton il rugby in italia non esiste ...parlamose chiaro saranno supponenti ,bah, vogliono fare tutto da soli aribah ma sono gli unici che quando si parla di rugby they do it !!! stanno allestendo uno squadrone diamogli tempo anche gli arbitri devono pensare che non sono i soliti italiani pizza ,soccer e mandolino sono stracazzuti hanno un grosso handicap la Fir non li aiuta anzi se può mettergli un dito nell'occhio non ci pensa due volte e questo mi fa incz più di tutto xchè vabbè essere pugnalato al petto ma alle spalle jamais ...ironduke

Abr ha detto...

Mah continuo a non capire sto atteggiamento da cupio dissolvi. Il rugby marchiato Fir va male e retrocede, è sotto gli occhi di tutti, Treviso invece si fa rispettare sempre più. Pur facendo meno, concordo, di quello che legittimamente si potrebbe pretendere da esso, SE e sottolineo SE, tutto andasse a meraviglia fortuna inclusa. Non è di questo mondo.

Poi siamo d'accordo, e l'abbiamo già detto qui con te e Ramiro, è ora di mettere uno spotlight sugli "altarini" anche di Santo Munari che infallibile non è. Certo con tutti i suoi difetti, rimane di gran lunga er mejo fico der bigoncio del rugby italico.

Le Zebre con Tv giocheranno la partita della vita. Secondo il loro nuovo presidente.
La motivazione in realtà è quella che è, tra mercenari trattati da mercenari e privi di calore del pubblico, quindi tra i quali la domanda sorge spontanea: per chi stiamo combattendo? Rimane solo la paga e il futuro ...
Siamo pur sempre e per fortuna in un ambito diverso da quello calcistico, dove tirare indietro la gambetta non si può, rischi solo di farti male.
Vedremo se Troncon saprà trovare gli argomenti giusti per trasferire la sua "garra".

Abr ha detto...

Sintesi impeccabile.

Abr ha detto...

L'è dura, ma lotti e soffri per dei combattenti, itlaiani e stranieri, vecchi e nuovi, che ci mettono tutto quel che hanno. O quasi.

Migliorare? Si può, certo. Anche a parità di forze.
Ad esempio, quella sostituzione di Gori che effettivamente porta grossa responsabilità nel regalone con tanto di fiocco della prima meta Tigers. Sostituzione "educativa", certo ma ho il sospetto che il molto ligio (e un po' involuto ultimamente) Semenzato, sia stato parte in causa di un secondo tempo poco votato all'iniziativa. Dalle e dalle, a rugby prima o poi chi tiene l'iniziativa, passa. Se non sei gli All Blacks.

Da questo a dire che è tutto sbajato, tutto da rifà persino a Tv, ce ne corre.

Abr ha detto...

Anche a me ha impressionato veder le Tigri sbatter la testa per 25 minuti attuando il LORO gioco preferito da sempre!

Qualcuno critica Loamaro, ma cosa dovrebbe dire un tifoso Tigers di Manu Tuilagi? ANNICHILITO dalla difesa di Tv!

Con le Zebre dovrebbe essere derby, con annessi e connessi classici. Sottolineo il dovrebbe: il mai avvenuto decollo più che l'abbandono del pubblico, mi fa pensare che le Zebre possano rimanere esperimento di laboratorio. Per me potrebbe essere prova del nove: in caos di vittoria, almeno in caaa, si rigasano, altrimenti con due sconfitte svaporeranno definitivamente.

Abr ha detto...

Concordo.

Abr ha detto...

Diciamo che la fir non è all'altezza di dare un contributo positivo a benetton, nè sul fornte >Accademico" che s'è arrogato, né sul quello del "peso politico" coi Pubblicani del rugby, al secolo classe arbitrale.
Non la aiuta nel "radere" quel punticino che gli manca per emergere. Ci vuol più tempo e più pena, tutto qui.
Giustamente Munari scrolla le spalle, pur evidenziando gli errori ed orrori cui vengono sottoposti a ogni pié sospinto dagli arbitro: è un "unaffectable" per la società. Non lo sarebbe per la Federazione, ma fin che mandano in giro degli analfabeti ...

Anonimo ha detto...

Io vorrei capire una cosa,ovvero Tv gioca in H C dal 1995-96,ha fatto buone figure,ma alla fine non ha mai combinato nulla di memorabile.Perde e vai con Clancy,perde ancora in casa e nessuno dice del regalo di Rolland.Allora siamo una nazione trainata dal rugby e non trainante,siamo forse poco lungimiranti,ma vogliamo ammettere che TV pur disponendo di tutto non riesce a far quadrare i conti ,sempre in rosso,purtroppo. Altre politiche altrimenti come succede dall ormai fatidico 2000, continueremo a sperare,ma non vinceremo mai.I buget sono ormai una scusa vecchia e noiosa,perché il circuito inglese e francese paga 100 ciò che vale 40, quando preleva overseas, sono professionisti mentre noi SSD per cui tutto costa di più.Continuiamo a darci pacche sulle spalle e nel caso TV continuate ad apprezzare Smith e Munari e vedrete dove arriverete.Le Zebre vinceranno a TV e a Pr.Allora tutti a dire ...........

franky ha detto...

Condivido tutto però pare che cori abbia avuto un problema muscolare, rimane che mozza ha un passo diverso meno "frizzante"

Abr ha detto...

Una SOCIETA', si chiami essa Leinster o Benetton, come fa a influenzare la classe arbitrale? Mica è il calcio questo, con i media a battere la grancassa.
Le federazioni invece possono. Ma mi pare d'averlo già illustrato poco fa 'sto fatto. Chilo vuol capire capisca, gli altri continuino pure ad alzar polvere. Che prrò gli finisce sugli occhi.

Conti in rosso: checcentra? E chi l'ha detto poi?
Come si misura il radicamento sul territorio che offre una sponsorizzazione così importante e tutto sommato "vincente"?
Ricordo i conti che facemmo per la Pirelli sul beneficio CONCRETO ottenuto dal regalar miliardi all'Inter (in cambio c'era l'immagine di Ronaldo) ma non li riporto, troppo complesso.
Oppure, visto dall'altra parte: quanto vale il "risarcimento" al territorio offerto dai suoi cittadini più fortunati? Un tempo innalzavano chiese e cattedrali e ti assicuro, non sono e non erano operazioni "gratuite" ...

"Il circuito inglese e francese paga 100 quel che vale 40": era da un po' che non leggevo una frase così sprezzante del basic "legge della domanda e dell'offerta".
Anche Lenin & successori tutti tentarono di soppiantare la sua sfrontata violenza e palese ingiustizia, ottenendo solo negozi vuoti e mercato nero.

Sulle Zebre: se vinceranno la partita in casa (ma per chi lo dovrebbero fare? Solo per la grinta che ci mette Troncon? Un derby è per il Pubblico: ce ne sarà abbastanza a Parma o continueranno a fregarsene del gentile cadeau dondiano?), si rilanceranno nel morale ultimamente compromesso (100 punti presi in due gare coi quins), e potranno iniziare a pianificare come far ulteriori punti durante il 6nazioni. Me lo auguro per loro.
Se invece perderanno sia in casa che fuori, spiraleggieranno verso il basso fino alla fine del torneo.
La terza ipotesi che dai per certa, doppia vittoria Zebre, la ritengo non impossibile, ma così improbabile da non dover dedicarci tempo a preventivarci letture anticipate. Se succedesse sarei molto sorpreso e probabilmente non sarei l'unico.
Ti consiglio di scommetterci sopra, godrai di quote molto belle.

gsp ha detto...

sono sicuro che li hai ben chiari in mente, pero' mispieghi i passaggi per cui la sconfitta di treviso e' il punto piu' basso del rugby targato FIR?

gsp ha detto...

io ho sempre viste le zebre come una soluzione temporanea, e quando il corpo 'poltico' di Dondi sara' freddo si faranno le valigie da Parma. nel frattempo l'idea era secondo me di tenere i giocatori in caldo ed allenati. ma secondo me la vera esperienza della seconda franchigia comincia al prossimo bando.

se pero' non si presenta nessuno, tocchera' alla FIR di nuovo.

gsp ha detto...

puoi spiegare un po' la tua affermazione sui costi di TV?

Su Smith e Munari, secondo me sanno anche loro benissimo che i loro risultati non vanno testati contro i risultati delle zebre (sarebbe un offesa), ma con altre squadre in giro per l'europa con budget simili. io aspetto fine anno per fare un bilancio.

gsp ha detto...

scusami, intendevo sconfitta di Rovigo.

elpigna ha detto...

la metafora della geometria, e' semplicemente perfetta, come un cerchio ;-)

PS parlando di base, ho appena parlato con la nipotina francese, di 6 anni: tutta felice mi raccontava come facendo educazione fisica a scuola, usano solo la palla ovale. le mie fonti dicono che lo fanno per abituarli ai rimbalzi strani, aiutano la coordinazione.
quanti di voi ne hanno usata una di palla ovale durante le elementari. io pur essendo di padova, no.

Anonimo ha detto...

Abr con tutto il rispettto ti faccio un esempio,senza tanti giri.Chistolini che purtroppo non gioca, quanto guadagna? Inoltre cosa pensi che abbiano questa stagione Ospreys di budget? Non intendo provocare nessuno,ma smettiamo di creare alibi alle nostre criticità? Allora Chistolini,e non me ne voglia,vale 100k sterline a stagione,io dico di no ,ma il mercato inglese lo valuta quello.Buon per lui e credimi che Lenin non ci entra per nulla.

Anonimo ha detto...

Per conti in rosso intendo quelli sportivi,i risultati di 17 anni di coppe e 2 di CL In Italia invece vincevano perché spendevano più o meno gli stessi soldi di adesso,gli altri almeno il 40% in meno. Il gioca se migliora non interessa che ai tifosissimi, ma quando migliora davvero vinci.Ieri comunque stadio mezzo vuoto nonostante Castro, e questo ci dice la passione per Tv cos'è.

Zagor ha detto...

Ma non starei tanto tranquillo con quello che si e' visto.Ci vediamo dopo la gara.

ivanot ha detto...

Ad agosto durante i due test Monigo era strapieno, ieri tempo da lupi............

franky ha detto...

dai mezzo vuoto è esagerato :) è vero treviso non è una città molto passionale (o non ha i numeri per esserlo?) però nel basket la tifoseria era molto calorosa ma nei momenti di declino al palazzetto andava solo lo zoccolo duro; per il rugby il ragionamento è simile (cioè risultati = pubblico) ma quando piove o c'è brutto tempo e l'avversaria non è di altissimo livello è normale che non sia del tutto pieno, diciamo che non tutti i trevigiani se piove vanno a vedere la benetton perché è una tradizione, ci vanno quando possono e quando le condizioni lo consentono

Abr ha detto...

Non stai provocando, non noi: qui non ci sono interessi precostituiti, perlomeno nessuno nella Benetton o in altre società o federazioni di rugby.

Il punto è che non si capisce cosa sostieni.
Chistolini, per seguire il tuo esempio, vale 100k£ a stagione in England, mentre in Italia ne varrebbe ... metà o anche meno? Bene, Chistolini va in England, punto e fine della storia.
Idema chessò per i Tuilagi Bros. che a Samoa prenderebbero un casco di banane, quindi emigrano... qual'è la novità? E' la storia del mondo, da Marco Polo ...
Chi sbaglia, chi droga il mercato? Nessuno. in Uk non sono tutti rinco. In Italia forse qualcuno vorrebbe fare le nozze coi fichi secchi ... ma per un Chistolini che ha il coraggio di mollar tutto e andare, ci sono cento De Marchi, forse anche meglio, che restano a costo si prender meno.
Come Dan Carter, esempio grosso ma per capirci: tornasse in Francia prenderebbe 1 milione, ma gli conviene prendere un terzo in Nzl, far cinque-sette partite l'anno invece che il doppio (solo, perchè s'infortunerebbe) e lucrare sui contratti pubblicitari.

In ogni caso, ribadisco, qual'è il problema? Il mondo poco equilibrato? Evabbé, capirai la novità ... per fortuna che non c'è un campionato di rugby Pro in Usa.

Abr ha detto...

Per me sei un po' fuori strada, anonimo.

- Risultati sportivi in rosso: sei proprio sicuro? Allora abbiamo opinioni diverse.
Sorry in Italia ne boccio tanti ma non certo Tv, né a livelli di risultati di singoli (e vorrei anche vedere: 18 nazionali ...) né a livello di risultati sportivi societari.
Altro è sostenere che si può far meglio: in rosso per me vuol dire bocciatura.

- Oggi il rugby come tutto lo sport è scienza più che arte, giocoforza chi più spende più avanza.
Non sempre perché per fortuna ci sono anche le capacità umane a sruttare più o meno bene gli investimenti.
In ogni caso, mi ripeto, non capisco tutta sta animosità. Avercene di pubblici, investitori, staff tecnici, squadre in Italia come quelli di Tv!
I risultati? Alla fine della guerra conteremo i morti, senza sconti per nessuno.
Abbiamo detto che al terzo anno di Celtic, l'obiettivo deve essere sesto-ottavo posto, vedremo. Per la HC invece, era ottenere almeno uno scalpo importante: ci sono andati vicini.
Ripeto, senza l'ausilio politico della Fir con gli arbitri, fare il "shaving" di quel punticino che manca sarà più lungo. Ma non disperiamo.

Abr ha detto...

Vuoi che spieghi perché perdere in casa con Gernika dopo aver perso SENZA BONUS in casa loro, sia il punto più basso etc.etc.?
Beh, credo sia self explanatory.

Non so, credevo si vedesse a occhio nudo che nel sistema di riferimento inerziale del rugby mondiale, tutti stano avanzando rispetto a noi. Con l'eccezione di Tv, che faticosamente regge (e forse non avanza, regge le posizioni e basta: lo vedremo alla fine della regular season celtica).

Abr ha detto...

E' un gusto entrare nel cortile della scuola francese in Italia e vedere i ragazzi di dodici anni all'uscita, passarsi l'ovale con lo spin e in mezzo alla gente ...

Quel che la fir non ha capito è che successo, non kermesse, chiama giovani.

E a un tullio rosolen che va in giro a dire senza vergognarsi che "con il programma scuola della fir, sono stati raggiunti 738.000 ragazzi", nessuno che gli risponda, raggiunti da che? Dai volantini? Da un discorsetto? Aggiunti nel database?

Anonimo ha detto...

Abr mi riferisco al circuito inglese che paga 100 quel che vale 40,per cui i budget lievitano non sempre in modo proporzionale fra quantità di denaro e qualità,per cui a mio modo di vedere se la smettiamo di dire quando perdiamo che i ns 8 milioni di euro,( credo tu abbia idea di come sono fatti i budget italiani) non sono paragonabili ai 12-15 milioni in Uk diciamo una grossa bugia.

Abr ha detto...

Tranquillo è morto, Zagor.

Fossi lo staff delle Zebre, sarei ancor meno tranquillo però.
Se per Tv è una questione importante, di rango e dignità, per le Zebre vincerne una dovrebbe essere questione di vita o di morte. Se non sono già "morti" dentro e coi Quins beh il sospetto c'è ....

L'ha detto Gajan: a furia di perdere si perde morale per sempre. Senza pubblico poi, aggiungo io: chi te lo fa fare?
Seguivo ieri Edimbro-Racing e i telecronisti scozzesi lamentavano, attenzione a perdere in questo modo ripetutamente: si crea l'aspettativa perdente che si auto-realizza.
E' il concetto di "Loser" ("a loser is a loser") tanto caro agli anglosassoni. Riportato alle nostre latitudini, è il concetto di spirale perversa.

Anonimo ha detto...

Sicuro che abbiamo opinioni diverse,perché la matematica non e' un opinione e dopo il 9-10 posto in CL e l'ultima posizione in Hc non si può trarre che queste conclusioni.Treviso fa' il max ma non ce la può fare per qualità di tecnici,e giocatori, a fare il salto decisivo.poi e' la migliore in Italia di sicuro.

Anonimo ha detto...

Sicuro che abbiamo opinioni diverse,perché la matematica non e' un opinione e dopo il 9-10 posto in CL e l'ultima posizione in Hc non si può trarre che queste conclusioni.Treviso fa' il max ma non ce la può fare per qualità di tecnici,e giocatori, a fare il salto decisivo.poi e' la migliore in Italia di sicuro.

Abr ha detto...

Che poi Zagor, che s'è visto?
Gori che cappella per eccesso di fretta? Evabbé, è la storia della vita sportiva di Tebaldi ...

Per il resto ho visto una squadra che nel suo momento peggiore, regge senza grandi affanni 35 minuti di offensiva della miglior squadra d'Europa in percussione. Facendo letteralmente sparire un certo Tuilagi e pure Waldrom.

S'è visto Smith cambiare in ritardo la prima linea, punire forse eccessivamente Gori senza averne il cambio ... disastro .... e perde di un solo punto contro il Manchester United del rugby.

E dalla parte bianconere invece, che s'è visto di così miglorato in questo turno di HC? Forse Halangahu che s'è definitivamente scazzato di fare la balia asciutta ...
O mi sono perso qualcosa?

Abr ha detto...

Sicuro tu ... io continuo a non capire il tuo punto.
Una socnfita per un punto vale quanto una da cinquanta?

"L'ultimo posto in HC" è un fallimento? Scusa, nel girone con Ospreys, Tolosa e Leicester, che aspettative avevi?
Ma di cosa stiamo parlando?

Non so, non mi par complicato: tra il bianco del "va tutot bene madama la marchesa" che nessuno qui sostiene, e il nero del "fallimento della stagione", della "qualità (infima) di staff e giocatori", della "camapgna acquisti sbagliata" che giudcio, sorry, RIDICOLA, tra queste due posizioni estreme ci sono enne mila sfumature di grigio.

Inoltre, abbiamo detto prima che i conti celtici si faranno senza sconti a fine stagione e non adesso (banalmente, anche per l'attenuante infortuni).

Sulla misura dei risultati (volgarmente detta "matematica non opinioni"): conosci i parametri che vengono misurati per stabilire successo o insuccesso in un team di rugby? Ogni team ci ha i suoi (ci sono anche i bonus collegati): sono opinabili e discutibili per definizione. Sennò, torneremmo all'assurdo che una socnfitta di un punto valga quanto una da cinquanta.

Zamax ha detto...

Che il pubblico debba andare allo stadio perché c'è Castrogiovanni, e non perché c'è il Leicester, mi sembra roba da Bar Sport La 7. A parte questo, da quando Treviso è in Celtic, fra Heineken e Celtic ha giocato in casa una trentina di partite e non è mai andata sotto i 3.000 spettatori, anche quando ha giocato al venerdì sera. Ieri erano 3.500 circa quasi tutti assiepati sotto la tribuna coperta. Nella zona pioveva a dirotto da 24 ore e solo durante la partita, per fortuna, ha smesso di piovere. E' chiaro che il pubblico delle famiglie - che come notava Ivanot, col bel tempo aveva riempito lo stadio anche nei test estivi, tanto che la società, sorpresa, aveva dovuto aprire la tribuna scoperta - in queste condizioni è difficile che si faccia vedere. E' per questo che ho lamentato più di una volta l'assenza di una seconda tribuna coperta. Peraltro sono convinto che sia la società sia gli enti locali potrebbero fare molto di più a livello di marketing. Ma guardiamo in faccia la realtà: nei media italiani, a parte le partite della nazionale, il rugby letteralmente non esiste. Proprio ora che giochiamo nel 6 Nazioni e nella Celtic. Sembra strano ma trenta o quaranta anni fa nei giornali e in televisione era molto più presente.

Abr ha detto...

OT: l'abbiamo detto ma lo ripetiamo volentieri: qui rispondiamo a tutti per dimostrare che LEGGIAMO tutti.

Rispondiamo non "per aver l'ultima parola", per polemizzare o per spegnere il dissenso.
All'incontrario, qui DIMOSTRIAMO COI FATTI di prestare attenzione a tutte le opinioni. Semplicemente RISPONDENDO, come si dovrebbe fare tra persone civili (cosa che normalmente il web non è, civile).
Siamo convinti che il prestare attenzione sia il "filtro" giusto non per selezionare quelli che la pensano come noi, ma quelli dotati di argomenti.
Ovviamente con alcuni siamo s'accordo, con altri no. It's life.

Lo precisiamo perché
(a) questa assenza di "puzza sotto il naso" ci contraddistingue e
(b) significa che siamo convinti di quel che diciamo e facciamo e non abbiamo paura del confronto e
(c) la risposta scritta spesso è fuorviante: manca il linguaggio del corpo a smussare i concetti, spesso certe differenze d'opinione possono essere interpretate come attacchi personali e non lo sono. Son solo opionioni diverse.

Altrettanto ovviamente, spesso abbiamo ragione noi (questo è Abr che parla, ovviamente), ma questo è tutto un altro paio di maniche ;)

Abr ha detto...

Mah, dal canto mio trovo da bar sport la7 metter nello stesso capitolo le sconfitte di Rovigo e di Treviso.

Idem il dedurre dagli errori trevigiani (che ci stanno e che abbiamo evidenziato ma provocano - assieme all'arbitraggio - sconfitte da un punto e non da cinquanta), la certa sconfitta con le Zebre due a zero.

In un derby tutto può succedere, si sa e io sono il primo a sperare nella vittoria in casa dei parmensi, per motivi "strategici" che ho già esposto; nel caso succedesse, il primo che venisse qui a dirmi "hai visto, l'avevo detto io", beh gli prometto un contropelo virtuale.

Ripeto, capisco la delusione che è anche la mia, però la ragione non va mai spenta.

ivanot ha detto...

Abr concordo, è il bello di stare qui con voi, leggendo tutti e ogni tanto scrivendo qualcosa....si spera intelligente :)

Abr ha detto...

Tnxs ivan.
Ognuno che s'espone qui dove sa che qualcun altro con background rugbistico lo legge, dove non si fa solo mento alzato e sventolio di bandieroni, ha già fatto un bel passo avanti: il semplice rileggersi, migliora.

Abr ha detto...

Si si, è una situazione temporanea quella di Mozza, difatti parlo di "involuzione" rispetto allo spendido mediano visto ai tempi del 6N 2011.
Lo stesso vale per il Benvenuti delle ultime gare che ha giocato: lo sposterei all'ala, come ha fatto Brunel.

Abr ha detto...

Ok ora è più chiaro il tuo punto. Ed è prospettiva interessante.
Partendo dal presupposto che fessi non sono in Uk, se l'Oggetto Giocatore A vale 100 in Uk e 40 in It, allora dato che A=A, significa per la proprietà transitiva che 100 = 40, non so se mi spiego.

Mi spiego: senza tirare in ballo valore marginale e inflazione, è come dire che la disponibilità di grano in Uk rispetto alla disponibilità di talenti, è più che doppia rispetto allo stesso rapporto in It.
Tanti soldi e pochi talenti (rispetto alla richiesta: tutto è relativo in economia).
Ciò NON significa che abbiamo più talenti di loro, piuttosto vuol dire che in It ne servono di meno di talenti che là, quindi qui hanno un prezzo più basso (meno compratori) e quindi si pagano meno.
E' lo stesso motivo per cui un medico tunisino preferisce venire a fare l'infermiere in Italia che il medico in Tunisia.

I sistemi autoregolati come l'economia non mentono, aiutano a comprendere le corrette dimensioni della realtà.
Altro che "biechi speculatori"!

Abr ha detto...

Dimenticavo: quindi la tua considerazione che non si può paragfonare i nostri 6-8 mill con quelli inglesi è corretta, ma fino a un certo punto: quando una Benetton decide di trattenere Zanni che ha l'offerta in ano del Perpignan, non deve pareggiare l'offerta (i vantaggi del non cambiar casa, parenti vicini etc.etc. sono quantificabili), ma deve avvicinarsi.
Il fatot che benetotn desideri essere competitiva è come se avesse aperto un vaso comunicante. Tra lei e le "ricche", non tra il sisteam Italia e quello Francia.

Hooker ha detto...

Infatti... i buoni giocatori, quelli che trovi anche in italia in discreto numero, non sono un problema. Il problema è quando bisogna trattenere o acquisire i pezzi pregiati, quelli che i grossi club pescano in tutto il mondo. Lì hai poco da cercare, scovare, intuire... bisogna tirare fuori i soldi! Considerando anche i limiti imposti dalla Fir sugli stranieri a complicare le cose, secondo me, Treviso sta facendo un buon lavoro!

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web