giovedì 3 gennaio 2013

Friday Night Lights per le italiane in Pro12

Torna in campo il Pro12 per la tredicesima giornata dopo gli scontri delle feste natalizie "regionali" e per le due italiane è tempo di scendere in campo di venerdì sera, lontano da casa. 

La Benetton Treviso domani affronterà i Glasgow Warriors, in corsa per un posto nei playoff e detentori della 1872 Cup, il trofeo in palio con Edimburgo - da parte loro i Leoni si presentano a Glasgow con il virtuale Trofeo Rugby Pro Italiano Toni Danieli, che abbiamo istituito per il derby contro le Zebre e con il successo sui Newport Dragons che hanno portato i biancoverdi al settimo posto in graduatoria.
Kick off alle 19.30, con alcuni cambi per la formazione di coach Franco Smith, che proprio nello stadio dei Warriors colse il primo successo fuori dall'Italia in Keltia (15-13, il 23 settembre 2011) e dai nomi par crederci, schierando "quelli forti". C'è Luke McLean al ruolo di estremo nel triangolo allargato, che prevede la presenza di Ludovico Nitoglia e l'inserimento di Andrea Pratichetti, mentre il giapponese/isolano Christian Loamanu ormai è stabile nella posizione di outside centre a fianco di Alberto Sgarbi. In mediana agiranno Ugo Gori e Kris Burton
Qualche cambiamento pure nel pack: terza linea fisica "alla francese", con Manoa Vosawai parte in terza linea il solito Alessandro Zanni e  Robert Barbieri a Numero 8. Titolari Francesco Minto e Corniel van Zyl in seconda linea, si rivede dall'inizio la prima linea formata da Lorenzo Cittadini, capitan Leonardo Ghirladini e Michele Rizzo
In panchina Franco Sbaraglini per il tallonaggio, Matteo Muccignat e Alberto De Marchi per la front row, mentre Antonio Pavanello, Dean Budd e Simone Favaro sono i tre loose forward. Chiudono i mediani/trequarti tuttofare Tobias Botes e Alberto Di Bernardo

Benetton Treviso:  15 Luke McLean, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Christian Loamanu, 12 Alberto Sgarbi, 11 Andrea Pratichetti; 10 Kristopher Burton, 9 Edoardo Gori; 8 Robert Barbieri, 7 Alessandro Zanni, 6 Manoa Vosawai, 5 Corniel Van Zyl, 4 Francesco Minto, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini (capitano), 1 Michele Rizzo. 
A disposizione: 16 Franco Sbaraglini, 17 Matteo Muccignat, 18 Alberto De Marchi, 19 Antonio Pavanello, 20 Dean Budd, 21 Simone Favaro, 22 Tobias Botes, 23 Alberto Di Bernardo.

Gli scozzesi, quarti con 36 punti, non paiono sottovalutare per niente i trevigiani: schierano la coppia di ali DTH van der Merwe e Tommy Seymour che hanno già marcato rispettivamente 7 e 5 mete, più Stuart Hogg estremo. Al centro i solidi ed esperti Alex Dunbar e Graeme Morrison. A fare da registra c'è Ruaridh Jackson con Pyrgos, pronto a sostituirlo Duncan Weir. Comanda il gruppo dalla seconda linea Al Kellock. col barbuto sudafricano Josh Strauss oramai stabile blindside titolare. Davanti l'esperienza di  Moray Low con Ryan Grant e Dougie Hall. Arbitra l'irlandese Leo Colgan.

Warriors15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Alex Dunbar, 12 Graeme Morrison, 11 DTH Van der Merwe; 10 Ruaridh Jackson, 9 Henry Pyrgos; 8 Ryan Wilson, 7 Rob Harley, 6 Josh Strauss, 5 Al Kellock (capitano), 4 Tim Swinson, 3 Moray Low, 2 Dougie Hall, 1 Ryan Grant. 
A disposizione: 16 Pat MacArthur, 17 Gordon Reid, 18 German Araoz, 19 Tom Ryder, 20 James Eddie, 21 Niko Matawalu, 22 Duncan Weir, 23 Peter Murchie.

Saranno a Swansea (calcio d'inizio alle 20) le Zebre di Christian Gajan contro gli Ospreys, franchigia che si dice potrebbe esser quella sacrificata per motivi "geopolitici" dal ridimensionamento messo in conto dalla WRU per i prossimi anni. In attesa di sapere del destino della miglior franchigia gallese da sempre in Celtic, nonché campioni in carica, in piena corsa per i playoff e in Coppa, il tecnico francese non par sognare improbabili imprese e un po' per scelta un po' per necessità manda in campo un XV "da trasferta", "per fare esperienza", che offre spazio ai più giovani e meno usati nell'ultimo periodo. Paolo Buso passa quindi da estremo ad apertura come nel finale di gara due con Treviso, lo rimpiazza in fondo l'altro giovane Alberto Benettin; più esperienza al largo con Samuele Pace e Giovanbattista Venditti, il capitano Gonzalo Garcia è affiancato dal ritorno di  Roberto Quartaroli nella linea dei centri. In mediana ci sarà Alberto Chillon, confermato dopo gara due con la Benetton.
Per quanti cambi possano operare Gajan e Troncon, Andries van Schalkwyk non si schioda da Numero 8; Filippo Ferrarini e Nicola Belardo completano la terza linea. Spazio sudafricano in seconda linea: confermati Michael van Vuren e Quintin Geldenhuys, mentre in prima linea ci sono i piloni Andrea De Marchi e David Ryan che ha impressionato a Treviso per doti dinamiche,  più l'azzurro Davide Giazzon a tallonare. 
In panchina torna a disposizione Daniel Halangahu in lista con Tito Tebaldi, Alberto Chiesa e Ruggero Trevisan. Già, quattro trequarti: le Zebre sono con loose forward al minimo visti gli infortuni, c'è solo Caffini a coprire le due linee arretrate davanti, più i tre specialisti d'obbligo per la prima linea Festuccia, Fazzari e Leibson

Zebre: 15 Alberto BENETTIN, 14 Giovanbattista VENDITTI, 13 Roberto QUARTAROLI, 12 Gonzalo GARCIA (cap), 11 Samuele PACE, 10 Paolo BUSO, 9 Alberto CHILLON; 8 Andries VAN SCHALKWYK, 7 Nicola BELARDO, 6 Filippo FERRARINI, 5 Michael VAN VUREN, 4 Quintin GELDENHUYS, 3 David RYAN, 2 Davide GIAZZON, 1 Andrea DE MARCHI. 
A disposizione: 16 Carlo FESTUCCIA, 17 Carlo FAZZARI, 18 Luciano LEIBSON, 19 Emiliano CAFFINI, 20 Daniel HALANGAHU, 21 Tito TEBALDI, 22 Alberto CHIESA, 23 Ruggero TREVISAN.

Gli Ospreys hanno i riccioloni Duncan e Adam Jones in prima linea, Ian Gough in seconda e Jonathan Thomas come Numero 8. Il piede sarà quello di Dan Biggar, con Matthew Morgan estremo ed Eli Walker tra i trequarti. In mediana spazio a Rhys Webb, Kahn Fotuali'i è in panchina. Tra gli infortunati anche il centro Ashley Beck, con guai alla caviglia che potrebbero tenerlo fuori dai giochi per il 6N. 

Ospreys: 15 Matthew Morgan, 14 Ross Jones, 13 Tom Isaacs, 12 Andrew Bishop, 11 Eli Walker, 10 Dan Biggar 9 Rhys Webb; 1 Duncan Jones, 2 Scott Baldwin, 3 Adam Jones (Capt), 4 Ian Gough, 5 Lloyd Peers, 6 James King, 7 Sam Lewis, 8 Jonathan Thomas. 
REPLACEMENTS: 16 Richard Hibbard, 17 Ryan Bevington, 18 Campbell Johnstone, 19 Morgan Allen, 20 George Stowers, 21 Kahn Fotuali’i, 22 Jonathan Spratt, 23 Richard Fussell.

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web