giovedì 3 gennaio 2013

Il Trio infernale in testa al Top

Quattordicesima giornata di Top14, giocata domenica 30 dicembre scorso: prima del girone di ritorno e mediana di tre giornate di fila tra dicembre e gennaio, una continuità rara nei calendari sempre più affollati, prima di una serie di interruzioni tra coppe e Sei Nazioni che renderanno febbraio e marzo mesi rarefatti e anche un po' "artefatti" per i campionati.

Tentano di approfittare di questa effimera continuità le realtà più in forma, ma in un campionato competitivo come quello d'élite francese nessun trend è mai garantito a prescindere.
L'ultima giornata del 2012 in sintesi: Tolone e Clermont proseguono full steam la marcia di testa riportando rispettivamente la 12' e 11' vittoria, Tolosa si riprende dall'ultimo passo falso andando a chiudere la sua decima vittoria contro la pretendente diretta del suo terzo posto, nel difficile campo di Castres, che riporta la prima sconfitta casalinga in stagione e la fine di una striscia positiva dall'ottava giornata. Dietro a quest'ultima ci stanno quelle in lotta altalenante per i due posti ai quarti di finale: risalgono;Montpellier, Biarritz, Racing, la non-più-sorpresa Grenoble prosegue la sua solida marcia, mentre stavolta cedono il passo Perpignan che sembrava quella più in forma, Stade FrancaisBayonne che si credeva finalmente guarita, dopo aver sistemato un po' le primedonne del suo roster stellare (dopo la penalizzazione interna al mediano Phillips, c'è l'annuncio dell'addio a fine stagione di Heymans; forse il nemmen provarci in casa della netta prima in classifica è proprio un sintomo di guarigione); dietro è lotta per mettere una incollatura avanti a colpi di bonus difensivi (che non arrivano) tra Bordeaux e Agen, mentre Mont de Marsan pur prendendo il bonus anzi sfiorando la vittoria è sempre ultima solitaria.

- Partiamo dal top a scendere: mostruosa ennesima dimostrazione di forza di Tolone (sette i punti di bonus offensivo guadagnati sinora!) che schianta il Perpignan pure in forma per 46-13, quattro mete a una ed ennesimo bonus offensivo,  doppiette nel secondo tempo di David Smith e Pierre Gunther. Serve a poco la meta iniziale (3' minuto) dell'ala catalana Jeoffrey Michel trasformata da James Hook: l'attrito del pack tutto dinamici pesi massimi (Sheridan, Orioli, Kubriashvili e dietro Shaw, Suta) e terza linea di numeri otto (Joe Van Niekerk, JM Fernandez Lobbe, Chris Masoe) mette Jonny Wilkinson nelle condizioni di raggiungere al 20' e superare entro la mezz'ora gli ospiti, è 15-10 a fine del primo tempo. Una volta logorati gli avversari, nel secondo tempo i rossoneri dilagano: va in meta due volte Gunther,  il quarto numero otto subentrato a Van Niekerk e due volte  Smith, supportato dalla linea dei trequarti con due ali pacifiche (Smith e Rudi Wulff) come il regista avanzato Matt Giteau in mezzo col nazionale Maxime Mermoz e l'anglo-franco-caraibico Delon Armitage in fondo. Spazio tra i trequarti anche per Bastareaud e per il rientro di Alexis Palisson dopo mesi di assenza. Giusto per gradire entra anche Frederik Michalak, apertura nazionale,  in mediana. In più,  non sono più solo un'accozzaglia di star,  sanno stringere i denti negli inevitabili momenti tosti, mettendo in essere con pazienza e fede un game plan da assedio medievale.
- Altrettanto devastante è Clermont per Bayonne: 48-3, sei mete con doppiette di Fofana e Nalaga e singoli per l'estremo Buttin e Benson Stanley subentrato a Nalaga. Unico trequarti che non va in meta è capitan Rougerie: per lui una brutta storta alla caviglia, ora è in forse almeno l'inizio del Sei Nazioni. Ah, niente meta nemmeno per un altro rientro dietro: quello del grande Julien Malzieu, che consente il riposo a Sivivatu. In regìa Parra e Brock James, centellinato Skréla; quelli davanti, con leader Bonnarie, non sono manco da nominare tanto potenti ed esperti sono.
- Era molto delicato lo scontro di Castres con Tolosa, in palio il terzo posto in classifica, dopo le due sconfitte consecutive a Swansea e Grenoble per i campioni in carica. Sono riusciti a prevalere 16-18 nel solito modo "apparentemente freddo" della squadra di Guy Novés, con Lionel Beauxis tornato all'apertura a recuperare con le punizioni la meta iniziale di Marc Andreu e i piazzati successivi del capocannoniere del torneo, il mediano sudafricano Rory Kockott. Qualche lamentela sull'arbitraggio da parte dello staff di casa (in via di trasloco a a Parigi sponda Racing a fine stagione), come del resto all'andata dove la meta tolosana era afflitta da un passaggio in avanti; nella realtà è Castres più degli arbitri a vivere ancora una sorta di "sudditanza" ai vicini.

- Sale al quinto posto Montpellier, spazzolando lo Stade Francais per 54-16, sei mete a una e 24 punti al piede di Bustos Moyano. Era già 27-6 con tre mete a zero a fine del primo tempo. Poco da fare per Sergio Parisse e altalenanti compagni, alle prese con l'ennesima stagione "di transizione" come si dice, anche se lievemente più "solida" del recente passato.
- Grenoble non cessa di affermarsi come forza nuova del torneo, salda al sesto posto dopo la vittoria 19-9 su Bordeaux, tanto più valida quanto più importanti eran questi punti negati per la motivata squadra ospite. Unica meta della gara, dell'esperto estremo Fabien Gengenbacher nel secondo tempo, mentre Valentin Courrent e Camille Lopez si sfidavano al piede.
- C'è un gap profondo sei punti tra ultimo posto utile per i playoff e settima posizione: occupata ora da Biarritz che scavalca l'USAP grazie alla faticata vittoria per 18-19 a Mont-de-Marsan. La meta di penalità iniziale consente a Yachvili di tenere i baschi al gran completo sempre in testa, rintuzzando i tentativi di recupero dei padroni di casa fondati sulle indiscipline avversarie.
- Recupera posizioni in classifica raggiungendo a 30 punti l'USAP anche il Racing, che in casa ha nettamente ragione dell'Agen: 40-6 il finale, quattro mete con doppietta per il flanker Camille Gerondeau alla quinta titolarizzazione in campionato, proveniente dal Beziers.

A venerdì con l'anticipo Biarrtiz-Agen; sabato il match clou sarà Clermont - Montpellier, vedremo se i mediterranei tornano fragilini come sovente gli capita fuori casa; domenica il posticipo Tolone-Racing, ad alta rivalità fin che sulla sponda parigina sedeva quel bel caratterino di Berbizier.

ClassificaClassement



PtsbobdJGNPp.c.Diff.
1
Toulon
=
5671141202429209220
2
Clermont
=
4932141103345230115
3
Stade Toulousain
=
4642141004397263134
4
Castres
=
43141491432525075
5
Montpellier
=
41411490531827048
6
Grenoble
=
38111490530729314
7
Biarritz
=
322214707273279-6
8
Perpignan
=
302414608320345-25
-
Racing
=
301514608253254-1
10
Stade Français
=
280214617320357-37
11
Bayonne
=
261514509222333-111
12
Bordeaux-Bègles
=
1806143011261331-70
13
Agen
=
1714143011228391-163
14
Mont de Marsan
=
703141013201394-193
Légenda
Pts = punti ; bo = Bonus Offensivo ; bd = Bonus Difensivo ; J = partite giocate ; G = vinte ; N = pari ; P = perdute ; p. = punti segnati ; c. = punti subiti; Diff. = Differenza




Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web