domenica 6 gennaio 2013

Terzetto là davanti in Premier e movimenti alle spalle

Accade in Premiership, concluso il 13° round e con i week end di coppe europee alle porte, di osservare un gruppetto di tre club davanti a tutti, uno in scia all'altro, e di notare come Northampton Saints e Gloucester si diano il cambio per restare nei pressi dell'ultimo posto valido per i playoff, ancora lontani eppure ora ci si è infilata una terza pretendente: sono i London Wasps che nella domenica pomeriggio si ripigliano da un primo quarto d'ora durante il quale incassano due mete da Bath (Nick Abendanon ci impiega meno di un minuto, ricevendo un calcio alto di Stephen Jones in mezzo al campo e correndo lungo la corsia laterale, mentre il mediano Michael Claasens marca al 14' con le vespette in inferiorità numerica per il giallo a Tom Varndell). Tra i punti al piede di Jones e la meta con la quale Christian Wade (foto) chiude il primo tempo, scivolando via a due placcaggi, i Wasps mettono dalla loro l'inerzia della gara, nella ripresa allungano dalla piazzola dopo il momentaneo -1 marcato da Tom Heathcote che prende il posto di Stephen Donald (non gli sarà stato perdonato il mancato placcaggio su Wade?) e chiudono la pratica con il centro Chris Bell al 72' per il 29-15 finale. Per Andrea Masi ingresso al 63'.

Altre due londinesi impegnate nella domenica, a Oxford, dove gli Harlequins battono 31-26 i Welsh, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 21-6. I Quins partono sull'acceleratore, sprecano un paio di occasioni buone per andare subito in meta, allora Danny Care al 15' fa tutto da solo, in una delle sue classiche mosse, e approfitta della difesa molle degli Exiles. Al 20' Sam Smith confeziona la seconda meta che è marcata da George Lowe, al 38' il capitano Chris Robshaw si allunga in area. Con la ripresa, Care regala palloni agli avversari e al 63' l'ala Nick Scott che in precedenza non era riuscito ad approfittare di un altro errore degli ospiti segna per i Welsh, fissando il momentaneo 19-24. Nick Evans tre minuti più tardi rimette in ordine le cose chiudendo un'azione di passaggi stretti e trasformando la sua stessa meta, quella del bonus, anche se al 72' Ed Jackson va di intercetto per garantire ai suoi almeno il punto di bonus difensivo. Finale agitato, con giallo al 74' per Robshaw e il pilone di casa James Tideswell

I Saracens cominciano a salutare il Vicarage Road di Watford: i Sarries da febbraio avranno casa all'Allianz Park a Barnet, sempre nella zona nord di Londra (tra Enfield ed Edgware per chi avesse praticità con la geografia della capitale britannica) dove risiedono oramai da diversi lustri.  Quello contro gli Sharks è stata l'ultimo match di campionato al vecchio impianto. 32-12 il risultato finale, con due mete nell'ultimo quarto (David Strettle e Charlie Hodgson), prima ci aveva pensato Owen Farrell dalla piazzola con sei calci di punizione. Dal piede di Danny Cipriani i punti per Sale, rimasta orfana dell'allenatore John Mitchell dopo appena un mese. 

Ciò detto, la prima parte della classifica vede i Quins al comando con 46 punti, seguiti dai Saracens con 44 e i Tigers a 43 dopo la vittoria all'ultimo sussulto su Worcester di venerdì sera. Al momento al quarto posto ci sono i Wasps con 37. Intanto, a Leicester attendono di sapere se Toby Flood sarà squalificato per una spear tackle ai danni di Andy Goode (il video). Siamo ormai a ridosso delle chiamate per il 6 Nations, ma Stuart Lancaster al momento non ha problemi all'apertura, con alternative valide come Farrell o Burns - e chissà? George Ford, il vice Flood ai Tigers.

All'appello mancano per l'appunto Saints e Gloucester. Northampton torna alla vittoria e lo fa in trasferta, contro i Chiefs: 30-19 al Sandy Park, andando a marcare con Ken Pisi nel primo tempo (chiuso sul 13-6), affidando a Stephen Myler i punti dalla piazzola e a Soane Tonga'uhia e alla terza linea GJ van Velze. Per i padroni di casa che stanno rallentando rispetto alla ottima partenza d stagione, meta dell'isolano Sireli Naqelevuki

Quanto ai Cherry & Whites, pesante e inattesa battuta d'arresto casalinga contro gli Irish, che così prendono un po' di fiato nella lotta per la salvezza sui diretti rivali di Sale: 18-12 per gli Exiles. Gloucester comincia in attacco, porta a casa i primi punti con Freddie Burns ma la formazione londinese ha dalla sua il pack che in mischia ordinata mette in difficoltà quello avversario spedendo il centro Steve Shingler alla piazzola. Si rendono pericolosi con una combinazione tra l'estremo Tom Homer e Silosi Tagicakibau e sul proseguimento dell'azione arriva la meta della seconda linea George Skivington al 22'. Il lock marca doppietta al 37' quando l'ala di casa Charlie Sharples pasticcia su un calcio che rimbalza nei propri 22 e ne esce la meta degli Irish per il 15-6 del primo tempo. All'80' gli ospiti possono quindi festeggiare. 

Saints quinti, con 36 punti, e Gloucester appena dietro, a 35, quindi a ridosso dei Wasps, ma intanto le vespette di Dai Young confermano l'ottimo stato di forma. I Chiefs sono a 31, Bath a 27 e i Warriors a 26. Dietro a Worcester ci sono i Welsh, che con 21 punti all'attivo sono abbastanza tranquilli: gli Irish salgono a 16, Sale è sempre all'ultimo posto, con 11

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web