mercoledì 16 ottobre 2013

Tra Walking Dead e corazzate

Torniamo a parlare di rugby inglese: gli arretrati sono davvero tanti, due turni di Premiership e uno di Heineken Cup. Il materiale ci permetterebbe di fare anche delle comparazioni tra squadre di diversi paesi, quindi i presupposti sarebbero buoni, se non fosse che ne uscirebbe un tema... Per semplificare le cose, cercherò di fare un breve quadro riassuntivo per squadra, poi la settimana ventura riprenderò con analisi un pochino più compiute. 

Bath: prosegue con le sue solite prestazioni altalenanti. Vince con i London Irish 33 a 18, perde con gli Sharks 19 a 13, in Heineken vince in trasferta con i Bordeaux Begles 15 a 6. L'impressione è quella che potrebbe davvero fare cose importanti (e infatti ora si trova abbastanza in alto), ma con gli Sharks bisognava vincere per ambire ad essere l'outsider della prima parte di stagione. Nelle tre partite da segnalare il solito Ford nel bene (suoi tutti i 15 pt. contro i Begles e 13 contro gli Irish) e nel male (contro Sale – 8 pt. comunque - ha fallito 3 calci importantissimi alla luce del risultato) 

Exeter Chiefs: come prevedibile subiscono una sconfitta dai Tigers (9 a 21 in casa), ma poi vanno a vincere sia a casa di Gloucester (29 a 12) che con i Cardiff Blues in HCup, 44 a 29. Bella partenza di stagione per questa squadra. Steenson fa cose importanti al piede e Mumm – e in seconda battuta White – garantisce dalla mischia un numero impressionante di mete, già 4 finora. 

Gloucester: anche qui, va a capire... il solito casino. Vincono in casa dei Falcons 22 a 16 (decisivo il piede di Burns in una partita molto equilibrata), perdono malamente, come detto, coi Chiefs 29 a 12 e poi vincono 27 a 22 con Perpignan in Heineken! In campionato la partenza non è stata buona: la vittoria di misura con i Falcons non può considerarsi altro che una ottima prova di carattere, ma la sconfitta con Exeter è stata netta. La bella vittoria con Perpignan – con mete di Jimmy Cowan e Jonny May e 17 punti al piede di Twelvetrees - potrebbe però dare fiducia al gruppo, che sarebbe di buona qualità. 

Harlequins: abbiamo trovato chi se la passa davvero male. 3 su 3 sconfitte negli ultimi tempi, dopo le due vittorie iniziali. 12 a 22 con i Saracens (e ci può anche stare), 13 a 18 con gli Irish (già meno, e si può recriminare solo fino ad un certo punto per i 3 calci falliti da Evans, che rimane l'unico a tenere vicini i Quins nei risultati), 26 a 33 con gli Scarlets in Heineken (foto), dove le due mete di Brown e i 16 punti di Evans non sono stati sufficienti. Daje! 

Leicester Tigers: non brillantissimi nemmeno quelli della corrazzata Leicester, che sì, vincono con i Chiefs 21 a 9, ma pareggiano il big match con Northampton 19 a 19 e in Heineken le prendono dai cugini nordirlandesi di Ulster 22 a 16. Sono d'accordo, erano entrambe squadre di alto livello e si può recriminare per i 3 calci falliti da Flood contro i Saints, ma una su due si doveva e poteva vincere. 

London Irish: alti e bassi anche per gli Irish, che avranno anche massacrato i Cavalieri 60 a 11 in Challenge (con a riposo Yarde e Geragthy sono 18 i punti dell'apertura di riserva Dorrian), avranno vinto contro Harlequins walking dead, ma perdono (nettamente?) con Bath, dove marca tutti i 18 punti l'apertura Geragthy. 

London Wasps: orfani di Masi, ottengono una buona vittoria contro i Warriors 32 a 16 (embe? Direte voi...), subiscono una sconfitta dai Saracens 19 a 12 e a lucidano l'Arix Viadana 90 a 17 in Challenge... Da segnalare alcune prestazioni di Wade, Bell e – contro Viadana – di Helu e Moates

Newcastle Falcons: la grintosa squadra del Nord perde contro Gloucester 16 a 22, ma porta a casa il bottino in casa di Worcester 22 a 16 e anche in terra lontana, a Bucarest, in una sofferta vittoria (12 a 13) in Challenge. Segnalazione per l'ala/estremo Catterick e per Mike Blair (autore di una meta contro i Warriors) e Rory Clegg

Northampton Saints: dopo aver schiantato Sale 33 a 14, e aver pareggiato con la corazzata Tigers 19 a 19 in casa loro, vanno a perdere contro la sofferente Castres in Francia in Heineken: 19 a 13, ma meglio ritrovare in fretta la strada. Myler sempre presente al piede. 

Sale Sharks: sconfitti dai Saints, si rifanno con Bath 19 a 13 e poi vincono con la disastrata Biarritz in Challenge per 33 a 10. Buone le prestazioni ancora di Mark Cueto e delle aperture Danny Cipriani (14 punti contro Bath) e Joe Ford, giovane ex Saints, schierato titolare in Francia e autore di 16 punti. 

Saracens: sono gli unici ad aver sempre vinto, e centrano anche stavolta l'ein plein positivo. Battono Harlequins (22 a 12), Wasps (19 a 12, dopo un primo tempo tremendo entrano Farrell e Brits a sistemare le cose) e, in Irlanda, Connacht in Heineken (23 a 17), con prestazioni magari non altisonanti, ma dannatamente concrete. Ashton colleziona due mete e anche un giallo, Farrell 41 punti nei tre match. 

Worcester Warriors: Worcester, la terra desolata... Sempre più fanalino di coda, esce sconfitta con i Wasps 32 a 16, sconfitta con i Falcons 16 a 11 e pareggia in Challenge con Oyonnax 9 a 9. In quest'ultimo match giocava apertura Paul Warwick, che ha firmato tutti i 9 punti: vedremo se il suo impatto nella squadra (magari a estremo con Mieres apertura?) cambierà qualcosa... 

@talinotalepe

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web