martedì 2 marzo 2010

6 Nations: questioni di ranking, di numeri e di nomi

Il ranking mondiale dopo il weekend sel Sei Nazioni in alto non è mutato se non nei valori e si presta per un minimo di analisi da parte delle menti contorte.

IRB World Rankings - 01 March 2010
Position (last week)Member UnionRating Point
1(1)NZLNEW ZEALAND91.68
2(2)RSASOUTH AFRICA88.60
3(3)AUSAUSTRALIA85.56
4(4)FRAFRANCE85.22
5(5)IREIRELAND84.47
6(6)ENGENGLAND80.62
7(7)ARGARGENTINA80.56
8(8)WALWALES78.81
9(9)FJIFIJI75.90
10(10)SCOSCOTLAND74.48
11(11)ITAITALY73.20
12(12)SAMSAMOA72.08
13(13)JPNJAPAN70.59

Prima questione: può l'Italia superare la Scozia nel ranking? Ora ci separa dagli scozzesi un punto e ventotto; la buona notizia è che la sconfitta in terra di Francia non ci costerebbe manco un decimo di punto (ci sono piu' di 10 punti di scarto tra le due), la brutta è che nemmeno una sconfitta con più di 15 punti di scarto con l'Inghilterra farebbe precipitare gli scozzesi sotto di noi. Scenderebbero infatti a 73,45 punti, sopra gli Azzurri per una incollatura. Nel turno successivo col Galles invece se sconfitti perderemo punti, quindi verosimilmente non abbiamo molte possibilità a meno di imprese.
L'altra questione sul ranking è, può la Francia salire tr
a le prime tre al Mondo?
Sono anni che il podio mondiale è monopolizzato dal TriNations e non si vedono europee lassù; attualmente solo 29 centesimi di punto separano i Galletti dall'Australia. Nel quarto turno con l'Italia come detto i Bleus non potranno guadagnare punti; nell'ipotesi che nel quinto turno vincano in casa sull'Inghilterra a sua volta proveniente da una vittoria in Scozia, i francesi supererebbero l'Australia solo se vincessero con uno scarto superiore a 15 punti: complesso.
La Scozia di converso potrebbe recuperare una posizione nel ranking superando Fiji? Si, a patto di battere in casa l'Inghilterra con più di 15 punti di scarto ...

Già che siamo nel campo aritmetico, alcune statistiche significative.
Francia dominante
ovunque sinora: miglior attacco (77 punti fatti), miglior difesa (39 punti subiti), più mete segnate a parità col Galles (sette) e la miglior difesa dalle mete, udite udite, a parità con l'Italia (tre subite). Gli Azzurri compensano col peggior attacco (soli 39 punti segnati) anche per mete segnate (solo due come la Scozia), mentre è il Galles che subisce più mete di tutti (sette).
A livello individuale continua a prevalere Jonny Wilkinson (39 punti marcati) su Parra (36) e Stephen Jones (31). Quarto Mirco Bergamasco con 26 pun
ti, davanti a Parks e O'Gara. Nel torneo 2010 non è ancora emerso un metaman: ai tre autori di doppiette (Bastareaud, Haskell, Bowe) si affiancano i gallesi Leigh Halfpenny e Shane Williams con due mete.

Altra analisi più qualitativa-omnicomprensiva sempre connessa al Sei Nazioni: Adam Kyriakou nomina su PR il team ideale del terzo turno: in neretto le sue preferenze, in rosso le nostre in caso di dissenso; in italico i suoi commenti. E voi dite pure la vostra se volete.

15 Geordan Murphy (Ireland) - A toss-up between him and Clément Poitrenaud (France). Grande ritorno di Geordan ma preferiamo il francese perchè più continuo e coraggioso in attacco.
14 Tommy Bowe (Ireland) - Anche Leigh Halfpenny (Wales) è stato importante, ma "a brace" in un torneo stitico di mete come il 6Nazioni va sempre riconosciuto.
13 Gonzalo Canale (Italy) - Grande difesa, "a vital break"e la mancanza di alternative: O'Driscoll pochino, Hook tanto casino, Tait due tentativi e basta, Bastareaud sulle ginocchia, Max Evans qualche guizzo ...
12 Yannick Jauzion (France) - in ballottaggio con Gordon d'Arcy che paga il gioco troppo conservativo dei suoi: anche i Bleus erano in trasferta, eppure ...
11 Alexis Palisson (France) - We had, Shane Williams' record score, Mirco Bergamasco's solidity and ... Keith Earls (Ireland): in meta come il francese ma una minaccia più continua.
10 Francois Trinh-Duc (France) - The contender was Dan Parks, ma una meta al Millennium fregando Shane Williams, pesa.
9 Pablo Canavosio (Italy) - Apprezziamo l'indicazione, ha segnato una meta decisiva e non ha mai sbagliato ma c'è oggettivamente di meglio: non Care, non Rees, non Cusiter; restano Morgan Parra e Tomas O'Leary (Ireland); spiace premiare un indefesso cheater come l'irlandese, ma il francesino s'è beccato un giallo.
8 Jamie Heaslip (Ireland) - Agree, stavolta anche meglio di Harinordoquy.
7 Mauro Bergamasco (Italy) - Mauro beats Thierry Dusautoir just about. E' stato immenso.
6 Stephen Ferris (Ireland) - impressionante anche se molto fallosa la prestazione difensiva della terza linea irlandese, ma per me vince la versatilità di Julien Bonnaire (Francia) che non fa assolutamente rimpiangere Ouedraogo e gioca in due ruoli, blindside e saltatore ma stavolta ne ha aggiunto un terzo: numero otto d'emergenza.
5 Lionel Nallet (France) - Qui premierei un giocatore che mi piace sempre di più, Quintin Geldenhuys (Italia).
4 Bradley Davies (Wales) -Poche alternative: O'Connell domina in aria ancora una volta, ma come spesso fa ne combina un po' troppe in giro per il campo e 14 punizioni prese dal suo pack sono tante.
3 Dan Cole (England) - Riconosciuti gli indubbi progressi, la sua meta probabilmente non c'era; con Castro. in penombra è una lotta tra Nicolas Mas (France) e Adam Jones ma la partita l'ha vinta la Francia.
2 Leonardo Ghiraldini (Italy) - England's lineout was a mess, Rory Best did his job, Huw Bennett was below-par, Ross Ford not too bad. Bel riconoscimento al padovano e bella partita nelle fasi dinamiche, ha salvato una meta fatta ma è ancora impreciso sul lancio in rimessa. Chi si staglia sia nelle fasi statiche che dinamiche è William Servat (France) e non è la prima volta.
1 Thomas Domingo (France) - Our dilemma saw Thomas Domingo and Salvatore Perugini face-off. Invece vanno riconosciuti i troubles che ci ha causato Allan Jacobsen (Scozia), il loro migliore in campo con Parks.
Sei francesi, quattro irlandesi, tre italiani, uno scozzese e un gallese per noi; cinque francesi, quattro irlandesi, quattro italiani, un inglese e un gallese per Kyriacou.

2 commenti:

forthose ha detto...

Beh, non è che ci sia da fare caroselli di auto in giro per le strade (del nord-est??) visto che abbiamo pur sempre il peggior attacco del 6N, però trovare nel team of the week due italiani con stampata sulla maglia un numero maggiore di 8 mi pare una sorpresa mica da ridere.

Abr ha detto...

D'accordissimo; considerato da dove si partiva ...
Non sono passati tanti anni da quando si reggeva solo per tre quarti di partita poi si crollava, da quando si tenevano fino a cinque fasi d'attacco avversarie e poi automatico c'era il buco difensivo.
E' stata una crescita lenta ma regolare con qualche tonfo autogenerato ma sarebbe ora di riconoscere a Mallett ciò che è di Mallett.
Con tutti i suoi limiti.

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web