giovedì 18 marzo 2010

Dio ci salvi dai pallonari del mondo ovale

Giorno di san Patrizio allora uno esce per farsi almeno un paio di birre. Già si ritrova in mezzo a gente che non conosce nemmeno una canzone tradizionale irlandese, ma ci sta perché o uno le ha studiate oppure non è che qui passino con frequenza. Ma il bello arriva quando fanno capolino alcune magliette da rugby tra la folla. Che uno si aspetterebbe finalmente di sentire qualcosa di decente, poi si accorge ben presto che non sarà così perché quelli indosseranno pure la maglietta, ma non hanno capito nulla.

"Visto che brutta l'Italia contro la Francia?" e qui si potrebbe anche soprassedere perché si possono capire, poretti: guardano il calcio per tutto il resto dell'anno, dove il risultato sorprendente è sempre dietro l'angolo e dove la battaglia tattica è completamente diversa. Per dirla in poche parole: a calcio finisci spesso per giocare male perché tu giochi male; a rugby può capitare che giochi male perché ti costringono a giocare male.

"Beh sì, comunque forte questa Francia. Non pensavo potesse essere così?".

"Perché?", domanda il passante attratto dalla conversazione.

"Perché gli inglesi sono da sempre i più forti, il rugby lo hanno inventato loro, hanno vinto il Mondiale".

E certo, lo hanno vinto sette anni fa e hanno il brevetto di questo sport. Non finisce qua.

"Sì, ma Wilkinson è scoppiato!".

Eh già, povero Wilko, è scoppiato. Dal momento che con l'Italia ha sbagliato troppi calci, è scoppiato. E' come quell'attaccante che va sul dischetto e tira alto, tipo Baggio alla Coppa del Mondo in USA '94, remember? Infatti Baggio poi ha giocato altri dieci anni. Non vale nemmeno la pena far loro presente che, sai, magari, "se avesse anche dei compagni di squadra a dargli una mano".

"Digli, digli come ha giocato da cani l'Italia con la Francia!", intima un altro interlocutore venuto a conoscenza di un'intervista in programma con uno che ne sa. Vabbé, pensa tra sé l'altro, "magari sarò proprio io che non capisco una mazza di rugby".

Ognuno ha il diritto, d'altra parte, di manifestare la propria opinione. In secondo luogo, quello di ieri sera è un campione di persone tra tanti, non tutti la penseranno alla stessa maniera. Però l'avvertimento va lanciato: Dio ci salvi dai pallonari del mondo ovale, che già se ne vedono parecchi nei paraggi. La fortuna è che passato il 6 Nations, passeranno anche la pagine dedicate ad Ovalia, finiranno nelle emeroteche in attesa dei prossimi test match autunnali.

Il problema di fondo rimarrà: è inutile pretendere un briciolo di cultura sportiva oggigiorno e dalle nostre parti. Leggi: prima ascolta, poi impara, infine dì la tua. Eh no, qui si vedono Zazzaroni da tutte le parti.

4 commenti:

Abr ha detto...

Comprendo bene il fastidio, ma dopotutto e' un bel segnale di diffusione: parlatene pure male, ma parlatene!

Zazzaroni poi, "opinionista" a gettone su temi nazional popolari e gia' censore del popolo di San Siro per il rugby: il suo sconcerto quella volta, da ignorante senza arte ne' parte terrorizzato dal nuovo che avanza e che non comprende, e' indice di raggiunto sdoganamento dello sport.

A volte, sient'amme', son molto, molto peggio alcuni sedicenti "specialisti" in giro ...

ringo ha detto...

Certo, come quel Marinetti che negli anni '20 sovvenzionava un giornale perché parlasse male di lui, perché appunto di lui si parlasse.
Il post, più che altro, è un modo per raccontare quello che si sente in giro. E l'augurio finale è per levarsi il sassolino dalla scarpa, nient'altro.

Anonimo ha detto...

Zazzaroni è un incompetente incapace anche di calcio, figuriamoci di rugby.

L'Aretino

Abr ha detto...

concordo.

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web