giovedì 4 marzo 2010

Eye gouging: Attoub fuori per 70 settimane. Ouch!

Segnatevi la data: 22 aprile 2011. Sarà il giorno che sancirà la fine della squalifica per David Attoub, il pilone dello Stade Francais che ha visto respinto l’appello di fronte alla squalifica di 70 settimane per gouging ai danni del flanker Stephen Ferris. La sanzione era arrivata a gennaio dopo la partita di Heineken Cup contro l’Ulster, giocata a dicembre. Il giudice Jeff Blackett dell’ufficio disciplinare della European Rugby Cup (ERC) ha definito il gesto di Attoub “il peggiore atto di contatto con gli occhi con i quali ho mai avuto a che fare: è stata una scelta deliberata”.

In un comunicato della ERC si legge che il Comitato d’appello indipendente che ha esaminato il ricorso ha ritenuto che Attoub non ha dimostrato che la decisione di Blackett fosse un errore di valutazione e quindi è stato respinto da Lorne Crerar, Rod McKenzie e Robert Williams.

Anche il mediano dello Stade Julien Dupuy era stato colpito da sei mesi di squalifica per lo stesso motivo e sempre nei confronti di Ferris. Al punto che il patron del club Max Guazzini aveva ritenuto la squalifica “eccessiva, politica e molto anti francese”. Da parte sua Blackett ha sostenuto che Attoub abbia intenzionalmente atteso che Ferris finisse vicino alle sue mani e poi non è riuscito a giustificarsi e a spiegare precisamente cosa stesse facendo o tentando di “allontanare” in quel frangente.

“Quando gli sono state mostrate le foto che lo incriminavano e gli è stato chiesto di spiegare cosa avesse visto o cosa stesse accadendo, ha replicato che non lo sapeva. Ha rifiutato di accettare l’ipotesi che il suo dito fosse nell’occhio dell’avversario. È stato così evasivo che mi ha convinto che era stato meno che sincero e che sapeva di aver deliberatamente attaccato gli occhi dell’avversario, ma nello stesso tempo cercava di negare qualsiasi responsabilità”.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Chi pratica l'eye-gouging è un infame!

Abr ha detto...

L'atteggiamento di Attoub, molto francese ("je ne sais pas ... pfff ...."), e' quanto piu' fa incazzare in inglese. Un fluent english avrebbe ottenuto un dimezzamento della pena.

Aldila' della odiosita' e pericolosita' della pratica: fanno bene ad essre severi (anche se Ferris alla fine di danni non ne ha subiti).
Ma noi che uomini di mondo e poveri peccatori siamo, ci permettiamo di dire stiracchiando i principi della fisica ma neanche piu' di tanto, che ogni azione e' sempre una reazione a qualcosa ...
Se avete dubbi, guardate con attenzione un irlandese qualsiasi in campo nela prossima partita: ce ne' uno, uno solo che stia fermo e buono e non tenti di prendersi un qualche vantaggio? Esagerati!

GiorgioXT ha detto...

hanno ragione a parlare di "mafia irlandese" gli amici francesi...
Mi stanno benissimo le 70 settimane ad Attoub, ma allora a Flannery con lo stesso metro meno di 12 settimane non si potevano dare ... peccato che però così sarebbe stato perso del munster per le sue finali ...
PS. Flannery era pure recidico per uno stamping sulla testa di un giocatore francese ed anche in quell'occasione aveva avuto la metà delle giornate comminate per lo stesso fallo...

gio ha detto...

Il gesto di Flannery è stato ritenuto scomposto ma non deliberato: va bene che ci possano essere delle interpretazioni, ma dire che non l'ha fatto apposta implica non aver voluto guardare bene le immagini.
E a proposito di quello che dice abr, in effetti il fatto che Ferris si sia beccato le dita negli occhi (gesto odioso e inqualificabile) da ben due giocatori francesi la dice probabilmente lunga sulle sue attitudini...

Abr ha detto...

Giorgio, Flannery andrebbe condannato a prescidenre, più ch epe rla mafia, per essere parte di una nazionale di cheaters, come han detto i francesi prima di batterli.
Del resto, come dico nel commento, se sei fluente con l'inglese tra anglosassoni avrai sempre un filo di accondiscendenza in più.
Se invece ti metti di traverso come Attoub, allora ah, vieni trattato come si tratta l'arrestato preventivo che non si "pente" fattivamente e non fa nomi in certe procure ...

Abr ha detto...

Gio, "scomposto ma non deliberato" si può dire di tutto e come giustamente sottolinei, significa non dar peso alle imagini vivisezionate invece nel caso Attoub.

Vorrei sottolineare, non faccio difesa a prescindere dei frogs e trovo odiose e pericolose le ditate negli occhi, ma l'appello di Parra sugli irlandesi always cheating m'ha aperto gli occhi: ora quando li guardo noto quanti falli facciano (un esempio è anche il video di GiorgioXT) e trovo sarebbe ora di stroncarli, da Flanney al provocateus Ferris a O'Connell sulle maul, ai calci di O'Gara, alla loro mischia ordinata sempre ondeggiante etc.etc

Lo dico per loro: inevitabilmente gli capiterà, quando troveranno qualche arbitraggio sudafricano sveglio (ad es. ai mondiali, dove guarda caso noncavano mai un ragno dal buco).

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web