giovedì 25 marzo 2010

Punto rugby league

Down Under lo seguono più del Super 14, a Sydney lo considerano sport nazionale superando addirittura il footy. E' il Rugby League, la versione a XIII dello sport con la palla ovale che da non molto ha ri-fatto capolino anche in Italia.
Right Rugby ha sempre guardato con simpatia lo sport più strettamente imparentato al nostro Rugby Union e offre volentieri come già nel passato a uno dei massimi esperti italiani, lo spazio per renderci edotti di notizie, sviluppi, campionati.
Nella prima puntata del nostro "nuovo corso RL", iniziamo a familiarizzare con le competizioni di vertice appena partite.


Il Punto Rugby League - by Matteo Visonà

La massima espressione del rugby a XIII, checchè ne dicano gli inglesi affezionati al torneo Boreale Super League, è la National Rugby League - NRL - australe.
Di questo campionato fanno parte 15 team Australiani, di cui 9 dall'area di Sydney e uno Neozelandese, i Warriors di Auckland; i detentori del titolo di campioni sono i Melbourne Storm che in febbraio hanno anche vinto per 18 - 10 la World Club Challenge Cup contro i Leeds Rhinos campioni della Super League nell'emisfero nord.
Il campionato NRL si svolge da marzo sino a ottobre con playoff a 8 squadre e una gran finale.
Lo scorso fine settimana il secondo round ha visto il rientro nel RL di Lote Tuqiri coi West Tigers. Ha dimostrato di non essere per nulla arrugginito andando in meta con una cavalcata lunga quasi tutto il campo, mentre il suo compagno di squadra Benji Marshall - che detto per inciso è uno dei più piccoli della combriccola - eroe della Nuova Zelanda campione del mondo e chiamato Mister Magic, ha aperto le danze segnando la prima meta ai Sydney Roosters che poi sono stati in grado di riprendersi il match.
I Dragons hanno regolato i Bulldogs agevolmente, mentre i Titans degli italo australiani Anthony Laffranchi e Michael Minichiello danno un dispiacere a Russel Crowe proprietario dei Rabbitohs vincendo all'81' per un solo punto da drop (che nel RL vale un punto). I Cowboys superano di poco i Phanters di Penrith - la ex squadra di Craig Gower - mentre i Melbourne Storm confermano di essere una delle squadre da battere per rincorrere la vetta. I Warriors portano a casa 2 punti facili contro gli Squali, gli Eels sorpassano di poco i Sea Eagles. Infine i Raiders battono i Broncos di Terry Campese, figlio del famoso David.

Parramatta Eels 24 vs 20 Manly-Warringah Sea Eagles
Newcastle Knights 14 vs 20 Melbourne Storm
South Sydney Rabbitohs 18 vs 19 Gold Coast Titans
Canberra Raiders 22 vs 14 Brisbane Broncos
Sydney Roosters 44 vs 32 Wests Tigers
New Zeland Warriors 30 vs 16 Cronulla-Sutherland Sharks
St George Illawarra Dragons 26 vs 06 Canterbury-Bankstown Bulldogs
North Queensland Cowboys 28 v 20 Penrith Panthers


Classifica: Roosters 4, Dragons 4, Storm 4, Titans 4, Panthers 2, Warriors 2, Cowboys 2, Broncos 2, Eels 2, Knights 2, Wests Tigers 2, Raiders 2, Sea Eagles 0, Sharks 0, Bulldogs 0, Rabbitohs 0

Nel nostro emisfero la Super League è già partita da tempo; anche questo è un campionato internazionale con 12 team inglesi concentrati nelle Midlands e al Nord, uno gallese e uno francese - o franco catalano, come amano definirsi a Perpignan.
Tiene banco da qualche settimana l'arrivo di Gareth Thomas sia pure a fine carriera. Il debutto sembra avergli lasciato addosso qualche ematoma in più del previsto: infatti il nostro ha barcollato ed è stato sostituito dopo 30'. Giova ricordare che i placcaggi del XIII sono spesso più alti di quelli del XV e hanno lo scopo di bloccare l'avversario senza che questo abbia la possibilità di passare la palla.
Sia come sia, il League nel Galles sta vivendo un periodo fortunato: vittoria in Euro Cup e in campionato, spostamento dei Crusaders da Sud a Nord - Wrexam, zona "vergine" dal rugby versione Union - bacino d'utenza aumentato e rumors di clamorosi arrivi - Gavin Henson e Andy Powell.
Se la vedono male invece i campioni dei Rhinos Leeds che dopo aver perso per 8 punti la Carnegie Cup (l'intercontinentale del League), navigano a metà classifica con sole 3 vittorie su 7. Sorte avversa anche per la sorpresa dello scorso anno, i Catalans di Perpignan che, complice le numerose assenze per infortunio, hanno raccolto ancora poco, solo 1 vittoria su 7.

Crusaders RL 14 vs 06 Catalans Dragons
Leeds Rhinos 10 vs 17 Hull Kingston Rovers
Hull FC 18 v 06 Bradford Bulls
St. Helens 28 v 18 Warrington Wolves
Harlequins RL 18 v 32 Huddersfield Giants
Castleford Tigers 22 v 36 Wigan Warriors
Wakefield Wildcats 36 v 06 Salford City Reds


Classifica:Wigan 12, Warrington 10, Huddersfield 10, St Helens 10, Hull 10, Wakefield 10, Hull KR 08, Leeds 06, Bradford 06, Crusaders RL 06, Castleford 04, Salford 02, Catalans 02, Harlequins RL 02

8 commenti:

ringo ha detto...

Grazie per la sottolineatura tecnica: i placcaggi più in alto rispetto al rugby a XV. Non lo avrei notato, anche per le poche - pochissime - partite di Rugby League che ho visto.
Tra l'altro, la versione a 13 di questo sport ha regalato una delle sequenze cinematografiche più belle, con il film "The sporting life": la vita di un giocatore del City Rugby, in realtà il club di Weakfield. Film operaio, duro, del movimento indipendente inglese: http://www.youtube.com/watch?v=Ckb15MUOiks

ringo ha detto...

Wakefield, sorry ;)

Abr ha detto...

Negli highlights presentati quel tipo di placcaggio si nota bene - ora che ci è stato evidenziato :)

Abr ha detto...

Più vedo gli highlights, più mi rendo conto che bisognerebbe rendere obbligatorio ai trequarti italiani in odore di nazionale un paio di stagioni di league. Gower docet.

Porcorosso ha detto...

Grazie Abr e grazie Ringo per lo spazio!!!!!
Oltre ad essere più alti, proprio per evitare che l'avversario passi la palla, vengono spesso eseguiti in gruppo ovvero 2 o 3 giocatori ti piombano addosso assieme per schiacciarti a terra (a quel punto il placcaggio viene ritenuto completo).
....
Per i 3/4 della nazionale il RL è apertissimo :D :D :D !!!! Venghino venghino :)
Scherzi a parte il XIII è essenzialmente un gioco da backs. Molti degli schemi del League vengono utilizzati nello Union e, ovviamente a determinati livelli, può essere "propedeutico" al XV.
Grazie ancora!!!
A presto Matteo - PR

gio ha detto...

"il XIII è essenzialmente un gioco da backs."

anche perché, mancando le fasi di contestazione, un fisico da prima o seconda linea non servirebbe.

Comunque, se da un lato nel RL si vedono più corse e più gioco alla mano, specie vicino alla linea di meta, personalmente trovo un po' monotone le fasi intermedie: roll-ball, corsa, cozzo, roll-ball. Se da un lato il gioco è molto più leggibile (perché la palla non scompare mai, o comunque si sa sempre di chi è), mi manca il pathos delle fasi di contestazione: un Roussow sarebbe sprecato, tanto per dire...

Porcorosso ha detto...

E' per questo che esistono (ancora) due codici :) mica mi stanco del XV anche se mi piace il XIII :D .... in effetti non ce lo vedo Totò a giocare nel League :)
Saluti PR

Abr ha detto...

Incredibiel come piccole differenze di codice producano risultati sorprendentemente diversi.
Trovo ad esempio che lo sport piuà simile al XIII più che il XV sia il football americano, il quale a sua volta introduce la distinzione tra ruoli offensivi e difensivi (più special teams ma non divaghiamo). E dal quale forse il XIII ha storicamente "copiato" il concetto dei "downs" che se non sbaglio alle origini non c'era.

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web