mercoledì 3 marzo 2010

Scrummaging, un po' di trucchi la' davanti

Abbiamo trovato - ovviamente in Sudafrica, Paese forte, "candido" e molto ricco di spirito - e volentieri traduciamo un intervento di Greg Smith, una sorta di Guida Bignami dei dieci modi piu' utilizzati per manipolare l'arbitro in mischia ordinata.
Il punto e', chiedete a un tallonatore o a un pilone: le attuali leggi riguardanti il collasso della mischia ordinata sono poco leggibili e confuse e il tutto viene aggravato dall'esigenza di rendere il gioco piu' "entertaining" per il pubblico generico.
Aggiungiamo poi che arbitri che abbiano giocato in prima linea sono come le mosche bianche: questi deve corricchiare, quindi solitamente e' ex trequarti, lontano dalle logiche mischiarole della front row quanto un pallavolista lo puo' essere dal body-check nell'hockey su ghiaccio.
As a result gli interventi arbitrali a dirimere le mischie ordinate sono la lotteria, il best guess o addirittura il joke. Una situazione opaca, in cui tutti i gatti sembrano bigi come questa, pare fatta apposta per esaltare i prima linea piu' smaliziati, affiatati ed esperti, capaci di mettere in atto strategie per influenzare deliberatamentre il risultato finale che e' spesso il fischio dell'arbitro e quasi mai la prova di forza.
A dire il vero c'e' un discrimine Nord-Sud: in Australasia si tenderebbe a veder la mischia come "un modo per riprendere il gioco", mentre tra i Boreali ci si impegna piu' volentieri a farla diventare una sfida a rubamazzetto, con la via di mezzo del Sudafrica, dove il braccio di ferro magari un po' scomposto piace ed esalta.
Va detto, dietro alla strenua tutela della mischia da parte dei Boreali non c'e' solo furberia o bieco conservatorismo su un aspetto caratteristico ma forse antiquato del gioco, c'e' di piu'. Tra il milione e passa di tesserati in Inghilterra e tra i milioni di ex giocatori amatoriali ora tifosi, ce n'e' tanti di fisicamente portati a quel gioco li' e non alle corse lungo il campo, che li' amano guardare e valutare con passione. Si tratta di un bulk di praticanti e tifo tipicamente Boreale, numericamente importante anche nelle nazioni Latine e dell'Est Europeo: sarebbe un peccato disamorarli nel nome di una "trasparenza" che alla fine sarebbe snaturare una delle fasi piu' "dense", tecniche e caratteristiche di questo magnifico sport.
Cio' non toglie che oggi come oggi sul tema direzione delle mischie ordinate siamo nell'arbitrio piu' totale e per aiutarci a capirne di piu', ecco un insight serio ma anche no dei dieci trucchi piu' praticati la' davanti.

1. Strategic planning, manipulating and managing of scrum penalties: si predispongono vari scenari e non si bada troppo se si regalano punizioni appena iniziata la gara: il punto fondamentale e' comportarsi in modo consapevolmente diverso secondo la posizione della mischia ordinata nello spazio (in campo) e nel tempo. Una strategia accuratamente pianificata mira ad ottenere il vantaggio dal punto di vista statistico, portando l'arbitro a "scommettere" sulla tua mischia nel momento in cui ti servira' di piu'.

2.The Give: Nessun arbitro in questo pianeta puo' percepire una lieve, delicata scossa all'indietro ("easing up") al momento dell'ingaggio, fatta per destabilizzare e far crollare una mischia. Touch-Pause-Engage e ... tutti giu' per terra!

3.Drop the blind-side: un vecchio classico e' semplicemente far cadere il lato dove non c'e' l'arbitro.

4.Intentionally collapse scrums: Si costruisce una storia negativa a carico della prima linea opposta, facendo crollare deliberatamente la mischia anche quando ci sarebbe un evidente vantaggio per la propria parte, cioe' su propria introduzione.

5.The handbag drop: E' noto come uno o due colpi dalla seconda linea aiutino a far collassare la mischia e siano molto difficili da individuare.

6. The slack hooker drop: Molti arbitri hanno letto sul libro che sarebbe impossibile far cadere una mischia avendo le braccia piu' alte della testa e le spalle piu' alte dei fianchi. Un tallonatore puo' tuttavia farcela lo stesso, semplicemente girando il posteriore in avanti, gravando cosi' sul collo degli avversari e facendoli cadere ogni volta che vuole.

7. Play up the crowd: far salire subito il conto delle penalita' assegnate e lavorare per far percepire alla folla che l'arbitro se la sta prendendo con il team sbagliato.

8. Captains questions: come il punto precedente, e' tattica psicologica: un capitano puo' aggiungere ulteriore frustrazione all'enigma delle mischie collassanti mediante stringenti e sottili interpellanze all'arbitro e lanciando precisi messaggi sovversivi nel corso della mischia stessa.

9. Mind the gap: Allargare lo spazio tra le prime linee e fare in modo che gli avversari si allunghino per raggiungerti. E cadere ogni volta.

10. Lever Brothers: Eseguire l'ingaggio alla massima altezza, piegandosi solo con la schiena a formare un angolo di 90 gradi perfetti, poi piegare le ginocchia per abbassare l'altezza della mischia mantenendo fianchi e spalle a livello, per poi ritornare alla massima altezza: garantito, sara' un castello di carte.

9 commenti:

ringo ha detto...

Mind the gap: ovvero quando ci sono due piloni lunghi fatti partire da lontano e poi irrimediabilmente per terra. Mi pare che Galles-Scozia abbia fornito alcuni segnali a riguardo, se ricordo bene.

Abr ha detto...

Ne ho visto un altro trucchetto che qui non c'e', fatto dalla Scozia all'Italia: su loro introduzione, il tallonatore non solleva la gamba e lascia la palla in mezzo; appena Ghira. ha alzato la sua, han cominciato a spingere, mandandoci indietro.

gio ha detto...

Ma quello però è lecito, o no?

ringo ha detto...

Non so, gio, ma credo di sì: più che altro perché comunque la mischia che ha l'introduzione alla fine spinge, anche se non credo sia proprio del tutto regolare. E' davvero un bel trucchetto.

Abr ha detto...

La spinta dev'essere contemporanea. Gli scozzesi han tenuto la spinta degli italiani, poi quando noi abbiamo alzato una zampa e quindi ci siamo autoridotti la spinta, hanno cambiato marcia.
Regolare sul piano formale ma e' pur sempre un "trucco", volto a intimidire e affermare supremazia: l'obiettivo della mischia sarebbe di impossessarsi della palla introdotta, non di lasciarla li' come esca.

GiorgioXT ha detto...

Guardatevi un pò questo ...
http://www.youtube.com/watch?v=16iHnSii1vs

Sky prima di Italia-Scozia me lo ha in buona parte ripreso...

Abr ha detto...

Molto ben fatto Giorgio, complimenti.
La tua tesi, l'hai gia' esposta, e' che l'Italia-Castrogiovanni subiscono le decisioni arbitrali in mischia (o la maggior sgamatezza degli avversari).

La nostra tesi, a parte il fatto che abbiamo segnalato, unici mi pare, quanto gli irlandesi siano cheaters seriali in mischia ordianta e fuori e quanto scarso sia Poite, e' che la mischia NON E' PIU' GIUDICABILE.

Non basta manco il tuo pregevole slow motion: senza alcune delle freccine non si noterebbero certi falli!!!

tagus ha detto...

2- the give,uno c'era:watson, sudafrica.ma era un fuoriclasse assoluto.
bello,bellissimo. da far studiare ad ogni coach dalla 18 in su.
p.s.abr, niente insider purtroppo:la fir è stata anticipata nella prenotazione dell'hotel da un gruppo di garrule francesi in gita premio.

Abr ha detto...

Watson! Per le garrule, ma che sfortuna per te, invece di Dondi ... :)

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web