venerdì 19 marzo 2010

Storie di ordinaria approssimazione informativa

In attesa di parlar di vero rugby, permettiamoci di fare una risata su una storia a lieto fine che c'eravamo persa, indicativa dell'approssimazione con cui l'informazione italiana tratta non tanto il rugby quanto tutto, dalla politica giù fino al gossip e al pallone.
Riportiamo testualmente dal sito di sportmediaset, datato 15 marzo 2010:
"Max Evans è stato a un passo dalla morte, o nella migliore delle ipotesi della paralisi, dopo il suo infortunio al collo patito durante la partita del Sei Nazioni in Galles persa dalla Scozia per 31-24. Lo rivela il medico della squadra scozzese di, John Robson. La vertebra colpita nell'impatto con Lee Byrne si è spostata e il giocatore di Glasgow, in ospedale da 12 giorni, è già stato operato due volte e rischia di non poter più camminare".
L'articolo è corredato da foto di Max Evans mentre segna la meta contro il Galles.
Nel mentre Max si tocca - se fosse un latino, informiamo i solerti sedicenti "esperti sportivi" di mediaset che l'infortunato è suo fratello Thom (nella foto qui sopra, il momento dell'infortunio di Thom e non Max); pur essendo gemelli e nazionali entrambi, trattasi di individui distinti, probabilmente anche nella partita Iva.

Gli arruffoni diranno evabbè, Max o Thom, può capitare, che vuoi che sia. Per noi invece l'informazione sbagliata è la negazione di sè stessa; e poi mica serve esser mega esperti tuttologi, basterebbe un banale check finale, facile adesso che c'è Internet: non lo insegnano più nelle scuole di giornalismo l'abc di controllare nomi luoghi date - e foto, prima di pubblicare?

Già che ci siamo, ed è la cosa più importante, informiamo altresì lor signori dell'informazione che Thom dopo due operazioni e dodici giorni di degenza ha lasciato l'ospedale e ha ripreso a camminare. Quello stesso 15 marzo, proprio mentre loro pubblicavano il fake sopra riportato, il nostro si recava sulle sue gambe a incontrare la sua squadra, fratello Max titolare incluso, alla vigilia del match contro l'Inghilterra per la Calcutta Cup. Che buco colossale!

"It was a touching moment when he (Thom Evans] came up and met the guys on Friday night," ha dichiarato Parks al suo cinquantesimo cap in quella partita. "It was a great occasion, very emotional. I don't think there was a dry eye in the house, but it was great to see him up and walking about".
Il gemello Max, ad oggi in buona salute, afferma che ci vorrà ancora del tempo prima che si ponga il problema ma se fosse il gemello ci penserebbe bene prima di riprendere a giocare, e da vero rugbista ha aggiunto:"Guys put their bodies on the line and sometimes that results in what happened to Thommy".

Dato che tutto è bene ciò che finisce bene, auguriamoci che Thom Evans pur pensandoci bene torni a giocare e per intanto facciamoci quattro risate alla faccia della qualità dell'informazione, sportiva e non, in Italia.
I vecchi narrano che nelle redazioni di un tempo tutti si facevano le ossa con la cronaca, proprio per imparare a prestare attenzione a nomi luoghi fatti; e quelli che proprio non ce n'era ma comunque non licenziabili - raccomandati o similari - finivano in redazione sportiva.
Comunque grazie di essere come siete, menagrami zazzaroni del giornalettismo italiano a caccia di "notizie" dalle agenzie: sapeste fare il vostro mestiere, noi non avremmo spazio. E questo chiude per noi la diatriba tra informazione ufficiale e "dilettanti", dentro e fuori della blogosfera.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Blogosfera batte stampa tradizionale 2 a 0. Anche io avevo letto la notizia e mi ero spaventato e ho cercato notizie su un altro blog dove si parlava dell'incidente di Monye. Il blogger, Duccio, aveva già rassicurato tutti confermando che era stata una pessima traduzione giornalistica.
Bravi!

Silvio

Abr ha detto...

Grazie!

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web