martedì 6 aprile 2010

Heineken Cup Preview/2: l'affare basco-gallese

"Siamo contenti di affrontare gli Ospreys a casa, nei Paesi baschi, nel nostro campo portafortuna dell'Anoeta": sono le parole di Laurent Rodriguez, director of rugby del Biarritz, la società francese che si affaccia sull'Atlantico ad un tiro di schioppo dalla Spagna. Di mezzo o meglio attraverso la frontiera, appunto i Baschi e si capisce che da quelle parti il rapporto con quel territorio è forte, tant'è che la seconda maglietta del Biarritz ripropone paro paro la bandiera basca coi colori bianco-rosso-verde. Biarritz Olympique - Pays Basque si legge sul simbolo del club. Ad attendere il XV di Swansea saranno pressappoco in 32.000 allo stadio di San Sebastiàn, dove i padroni di casa hanno giocato cinque volte e perso in una sola occasione: quarti di finale di Heineken del 2007, 7-6 per Northampton.

I francesi sono approdati alla fase knockout con cinque vittorie su sei incontri nella fase a gironi, mentre gli Ospreys hanno chiuso secondi dietro il Clermont ipotecando il passaggio nell'ormai arcinoto match del "16° in campo" contro i Tigers di Leicester, quando Lee Byrne rientro' sul terreno di gioco qualche istante troppo presto, partecipando ad un'azione decisiva. Storia chiusa, ora ci sono di mezzo quelli del Biarritz e i quarti di Heineken per un team che vanta nomi da nazionale gallese ma che finisce spesso per tradire le aspettative dei tifosi.
Un anno fa ad esempio, Swansea venne bastonata 43-9 da Munster proprio nei quarti di finale al Thomond Park: era il 12 aprile, stavolta si gioca il 10. Marty Holah, seconda linea neozelandese con 36 caps All Blacks, prova a lanciare il riscatto, affidandosi alla figura del coach Scott Johnson, director of coaching: "Ha portato molta esperienza e spinto gli altri membri dello staff a impegnarsi maggiormente su ogni singolo giocatore e le sue abilità". Il 2009/10 segna per i gallesi la consacrazione almeno a livello di club di Dan Biggar, 77 punti finora all'attivo in Europa. E' il secondo miglior marcatore dell'edizione in corso, davanti a lui solo Ronan O'Gara a quota 83. Holah sottolinea anche come durante gli impegni nel 6 Nations del Galles, molti giovani abbiano avuto la chance di indossare la maglia degli Ospreys da titolari in Celtic League e così, adesso, c'è ancora maggiore competizione per avere un posto nel XV di partenza.
Chi uscirà vincitrice da San Sebastiàn dovrà vedersela con la vincente di Munster-Northampton. "Dovessimo proseguire, sono contento di non affrontare una squadra francese", aggiunge Rodriguez, "perché ci giochiamo contro già abbastanza. E' bello cambiare avversari". Va da sé che tra Saints e Munster poi non ci sarebbe grande differenza, "entrambe giocano un rugby fisico e mostrano atteggiamenti impressionanti di combattimento".

Leading point-scorers 2009-10
  • Ronan O'Gara (Munster): 83 pts.
  • Dan Biggar (Ospreys): 77
  • Ben Blair (Cardiff Blues): 75
  • Dimitri Yachvili (Biarritz): 73
  • Brock James (Clermont): 65
  • Dan Parks (Glasgow): 61
  • Nicky Robinson (Gloucester): 57
  • Ian Humphreys (Ulster): 56
  • Toby Flood (Leicester): 54
  • Shane Geraghty (Northampton): 48

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web