mercoledì 25 settembre 2013

I Bagnini fanno uno scherzetto e si riposano

Posticipo della terza giornata di Premier è il big match Saracens-Bath. La squadra ospite si presenta con un ampio turnover inziale, con gli eroi delle prime giornate George Ford, Jonathan Joseph, Dave Atwood, Paul James ecc. in panca: al loro posto il promettentissimo Heatcote, Gavin Henson e Matt Banahan spostato al centro e Dom Day al posto di Attwood. Anche un cretino avrebbe previsto che la cerniera di Bath non avrebbe tenuto la carica degli esperti atleti di Saracens. Anche un cretino, dicevo, per cui mi sono arrabbiato molto quando ho visto tardivamente le formazioni e ho capito che altri due euro settimanali di scommesse sul campionato inglese stavano per andare in malora (stavolta rimango in attivo, però). Sì perché fare un turnover così contro una corrazzata come i Sarries era poco sensato; cosa speravano, di limitare i danni nel primo tempo e mettere quelli buoni nel secondo tempo a rimediare la partita? O le prime due partite erano costate fisicamente così tanto ai Bagnini? La conseguenza è l’ecatombe del primo tempo. Si susseguono le mete saracene di Strettle (altre 2), Alex Goode e Stevens; completa il piede di Farrell. Di là il timido piede di Heatcote mette tre punti tanto per presenza. 31 a 3, partita finita. Nel secondo tempo entrano quelli buoni, quelli per cui avevo detto: dai, che i bookmakers la mettono a 4,50, stavolta si può fare il colpaccio, e mettono un parziale che conta poco, 14 a 0. Risultato finale 31 a 17, fine della “sorpresa” Bath (come intitolano i siti nostrani)?. Par mi no. Se tengono fisicamente – l’ho scritto prima dell’inizio del campionato e qui lo ribadisco – possono sorprendere ancora. Dai, diciamo che si sono riposati in vista della prossima. Da segnalare le prestazioni saracene del centro Taylor e del giovane seconda linea Kruis. Sui bagnini guardo e passo. 

Andiamo a ritroso, ormai. Nella sfida tra Gloucester e Saints i biancorossi riescono a vincere di carattere e riscattarsi contro un avversario ostico. Sfida equilibrata che viene decisa dall’indisciplina di Northampton. 3 mete per parte: per i padroni di casa l’ala Sharples, il centro Twelvetrees (foto) e la seconda linea Stooke; per i Saints Ben Foden, Sanu Mamoa e Jamie Elliott, che segna una meta che sembrava decisiva, poi trasformata, al 78'. Punti al piede di Burns e dello stesso Twelvetrees – ottima la sua partita - da una parte, di Myler dall’altra. Partita decisa da un calcio contestato che Twelvetrees trasforma allo scadere. I Saints, va detto, l’hanno presa sportivamente. Non come Balotelli. 

I Tigers hanno vita facile contro i Falcons, come previsto. 31 a 6 frutto delle mete di Jordan Crane, Graham Kitchener, Blaine Scully (esordio con meta per il neoacquisto americano), Dan Bowden e Thomas Waldrome. Rientro – tra gli altri - di Toby Flood nei Tigers, per lui non molto bene nelle conversioni, ma ci sta. Si fa male Manu Tuilagi dopo una grandissima partita, per lui in dubbio addirittura i test match novembrini. 

Gli Irish nonostante la solita meta del virgulto Yarde (video) vengono battuti in casa dai Chiefs, grazie alla segnatura di White al 72'. 23 a 29 il punteggio finale: mete di Yarde e Rouse per gli Exiles (13 punti al piede di Humpreys), dall’altra il grande Mumm e, appunto, White, con ben 19 punti di Steenson al piede. Da segnalare le prestazioni di Welch e ancora di Scaysbrook per quanto riguarda Exeter. 



14 i punti al piede di Evans per gli Harlequins in una partita dominata su Worcester. Trascinati da Robshaw e complice una difficoltà evidente nei placcaggi di tutta la linea arretrata dei Warriors, gli Harlequins mettono a segno 37 punti, dalle mete di Danny Care, Marler, Buchanan e Brown. Siamo al 50', circa, poi si sono riposati e Worcester ha trovato una meta tecnica. Tra le due formazioni c’era una differenza evidente, c’è da dire, specie dietro. 

Finiamo coi dolori di giornata, vale a dire la terza sconfitta consecutiva con bonus degli Wasps, stavolta contro gli Sharks. Cipriani sembra voler dare un segnale e mette 21 punti – con una meta - quando subentra a Macleod; l’altra meta di Sale è di Mark Cueto, che vive una seconda giovinezza e si è caricato la squadra sulle spalle insieme a Paterson. Agli Wasps non riesce la rimonta: a pochi minuti dal termine la meta di Josh Bassett poteva portare in vantaggio le vespe, ma Andy Goode falliva la trasformazione e poi, qualche minuto dopo, Danny la metteva dentro su punizione. Tre le mete per le vespe, una tecnica e l’altra, ancora, di Ashley Johnson, oltre a quella già citata di Bassett. Masi esce presto, speriamo bene. 

La classifica non l’abbiamo ancora data, nemmeno nei precedenti post, vero? E’ una scelta (o il rimbambimento di chi scrive?). Mah. In ogni caso di solito non serve, le prime partite sono un po’ di assestamento no? Ecco, quindi siccome siamo alla terza ve la metto, ma non prendetela subito sul serio. Qualcosa - non tutto per carità – succederà di qui a poco, in Inghilterra. 
Saracens comanda a punteggio pienissimo (15 pt.), seguono i Tigers (due vittorie e bonus di sconfitta con Bath), a 10 pt. Saints e Harlequins, a 9 gli Sharks, a 8 Bath ed Exeter, a 5 Irish e Gloucester, a 4 i Falcons, a 3 gli Wasps (3 bonus sconfitta) e a 1 chiude Worcester. 

Il prossimo turno vede Saints contro Sale, con i primi favoriti e i secondi con un avvio sorprendente e il fattore-Cipriani da verificare; Bath contro gli Irish, con i bagnini chiamati a un pronto riscatto, magari con una linea di partenza perlomeno decente; Wasps – Worcester è sulla carta una sfida salvezza, con Andy Goode contro la sua vecchia squadra. Match di punta è Harlequins-Saracens: se i saraceni vincono possono fare la voce grossa, davvero. I Tigers vanno in casa di Exeter, chiaramente per saccheggiare. Infine Falcons-Gloucester, con gli ospiti rinfrancati dalla vittoria con i Saints: una squadra “operaia” che vuole mordere le caviglie.

@talinotalepe

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web