sabato 8 maggio 2010

Il sabato del Super 14

Dopo le due gare fondamentali del venerdi', la 13' e penultima giornata "regolare" del Super14 si muove coi fusi orari partendo dalla Nuova Zelanda, passando dall'Australia per finire tornando in Sudafrica.

Mattino: Chiefs 19 - 46 Waratahs
La battuta d'arresto del weekend scorso a Dunedin dei Tah's e' stato evidentemente un episodio isolato, anche se stavolta contribuisce sicuramente l'inconsistenza del team di Waikato di questa stagione, inizio a parte.
Con necessita' di far punti, gli australiani non si sono certo risparmiati dall'approfittarne: panchinato Halangahu (riposo o scelta tattica?) e riportato Berrick Barnes all'apertura (12 punti), i Waratahs segnano sette mete (Drew Mitchell, il nr.8 Ben Mowen, Polota Nau, Barnes, Kurtley Beale oramai estremo fisso per dare posto a Burgess in mediana, poi Lachlan Turner e Fitzpatrick tallonatore di rincalzo), si prendono il bonus in 41 minuti quando il punteggio arriva a 0 -27.
I Chiefs oramai demotivati a quel punto si svegliano ma riescono solo a pareggiare il numero di mete degli ospiti nel proseguo del secondo tempo, tre e a tre, con una doppietta del giovane centro Jackson Willison.
Con i cinque punti guadagnati la squadra del New South Wales sale al terzo posto, 38 punti come gli Stormers secondi, un punto sopra gli Hurricanes ora quarti che andranno a visitare nel prossimo weekend, in quello che sara' un quarto di finale a tutti gli effetti.

LIVE UPDATE from Camberra, finale : Brumbies 31 - 3 Highlanders.
Al 12' meta di Rocky Elsom su sfondamento post rimessa laterale. Dopo cinque minuti va in meta il pilone Ma'afu, che finalizza la spinta del pack con Moore e Hoiles in seguito a un break fino ai 22m avversari di Ashley Cooper. Trasformazioni di Giteau che al 36' marca anche un penalty. Al 40' Israel Dagg centra una punizione per gli ospiti.
Nel secondo tempo meta al 46' del mediano Valentine, trovato da un offload di Giteau a pochi passi dalla linea. Al 50' Dagg va in panca puniti.
Brumbies un po' imballati alla ricerca del bonus offensivo; troppa frenesia, al 70' Ben Alexander viene penalizzato per doppio movimento cercando la meta. Standing ovation all'uscita di George Smith: ultima gara in casa?
Assalto finale, al 79' arriva la sospirata meta del bonus: Giteau non piazza e manda una punizione nell'angolino, sugli sviluppi della rimessa e dopo una serie di fasi, l'apertura Toomua riesce finalmente a calar palla nell'area di meta Highlanders. Giteau sbaglia la conversione, ma e' missione compiuta per i Brumbies.
La squadra di Camberra sale a 37 punti, quarta pari punti agli Hurricanes ma con miglior differenza punti e una vittoria in piu' e dietro ai Waratahs di un punto. Settimana prossima spareggione in casa dei Crusaders, ora retrocessi sesti a 36 punti.

AFTERNOON UPDATE: Lions 14 - 56 Blues
In una partita ininfluente per la classifica, i Blues rifilano sette mete ai Lions che segnano due con Carlos Spencer schierato estremo, forse per la prima volta nella sua carriera. Doppietta anche per Joe Rokocoko.
Quello dei Lions e' gia' un record assoluto - negativo: oltre 500 punti concessi in stagione e 12 sconfitte consecutive, 13 se si considera quella dell'ultima gara della scorsa stagione.
Cheetahs 29-14 Western Force
I Cheetahs insistono a migliorare il loro record e fanno bene, visti gli "amici" che si ritrovano in casa (i neonati Southern Kings vorrebbero il loro posto nel SuperRugby). Con questa sono quattro vittorie e un pareggio e prendono anche il bonus offensivo segnando quattro mete di cui due dell'ala Bjorn Basson.

NIGHTLY UPDATE : Sharks 20 - 14 Stormers
Si complicano la vita gli Stormers ma si sa, in Sudafrica nessuno regala niente, soprattutto ai vicini. Gli Sharks poi avevano un obiettivo morale, dimostrare che l'inizio di stagione tragico era stato solo un momento di transizione.
Ci riescono in modo convincente davanti al loro pubblico, cambiando parecchi ruoli in campo - fuori Andy Goode, Kockott mediano (forse il migliore in campo), Pienaar apertura, Smit tallonatore in mezzo a Jannie DuPlessis e Mtawarira, Terblanche secondo centro per lasciar spazio al giovane talentuoso Lambie estremo.
Gli Sharks chiudono il primo tempo 14 - 0 (mete di Ndungane e Pienaar) e reggendo il tentativo di rimonta degli ospiti. I quali si riportano sotto rapidamente all'inizio del secondo tempo con una meta di Peter Grant al 45'. Gli Sharks mantengono pero' costantemente il momentum con la fisicita' di Kankowski e di Deysel e le iniziative di Kockott, segnando due penalty con Pienaar contro due errori di Peter Grant. Alla fine i visitors riescono ad agguantare a fatica il bonus difensivo, con Grant che trasforma la meta segnata da Louw in zona Cesarini.
Questo risultato complica lo scenario: gli Stormers con 39 punti sono certi dei playoff, ma per tenersi il secondo posto ora necessitera' una vittoria casalinga coi Bulls gia' certi del primo posto, e nel caso peggiore servira' anche il bonus offensivo. Avranno il vantaggio di giocare conoscendo i risultati dei due "spareggi" di Sidney e Christchurch.

Pos Team P W D L F A PD B Pts
1. Bulls 12 10 0 2 426 307 119 8 48
2. Stormers 12 8 0 4 327 161 166 7 39
3. Waratahs 12 8 0 4 353 272 81 6 38
4. Brumbies 12 8 0 4 336 251 85 5 37
5. Hurricanes 12 7 1 4 342 291 51 7 37
6. Crusaders 12 7 1 4 348 273 75 6 36
7. Reds 12 7 0 5 328 272 56 6 34
8. Blues 12 6 0 6 346 313 33 8 32
9. Sharks 12 6 0 6 270 277 -7 5 29
10. Chiefs 12 4 1 7 320 388 -68 8 25
11. Cheetahs 12 4 1 7 257 382 -125 3 21
12. Western Force 12 4 0 8 236 337 -101 2 18
13. Highlanders 11 3 0 8 258 328 -70 5 16
14. Lions 12 0 0 12 259 526 -267 5 5

IN SUMMARY - Che ultima giornata si preannuncia! Prime due sudafricane una contro l'altra e due autentici quarti di finale, chi vince passa: terza e quarta australiane contro quinta e sesta neozelandesi. Con in piu' la complicazione di cui sopra per determinare il secondo posto.
Peccato per lo spendido campionato dei Queensland Reds, settimi a 34 punti: pur con cinque punti virtuali gia' in tasca - saranno in casa contro gli Highlanders - il gioco dei precedenti scontri diretti li taglia fuori dai playoff.
Altre due sudafricane difendono l'onore con due vittorie importanti ma senza significati pratici, mentre l'ultima sudafricana si avvia a stabilire un record assoluto, zero vittorie in una stagione. Pessimo campionato per tre neozelandesi su cinque, mentre e' buono per tutte le australiane, Force a parte ma hanno delle attenuanti. Vedremo se queste potranno essere indicazioni per il prossimo TriNations.

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web