giovedì 6 maggio 2010

Rugby League: tra Anzac Test e Magic Weekend

Siamo all'abituale "punto League" settimanale a cura di Matteo Visonà - FIRL.

Messa in pausa la NRL questa settimana, causa ANZAC Test ovvero il match Australia vs Nuova Zelanda del 7 Maggio ore 20.00 locali (ad ora di pranzo per noi...). La classica annuale è arrivata alla 11^ edizione dal 1997 (con pausa tra il 2000 e il 2004). Il trofeo in palio e' il Bill Kelly Memorial, il nome Anzac deriva da "Australian and New Zealand Army Corps" ma non si sa perche' ...
Come tutte le altre volte si terrà in Australia, precisamente all'AAMI Park di Melbourne, con 35 - 40.000 spettatori attesi.
La storia del test è relativamente breve nonostante Kangaroos e Kiwis si affrontino dal 1908 con una devastante propensione alla vittoria dei Canguri: 85 a 28 con 3 pareggi. Anche in questa "nuova" versione la bilancia pende dalla parte Aussie.
Quest'anno i due team schierati sembrano essere altamente competitivi, i giocatori neozelandesi hanno dimostrato di sapersi giocare le proprie chances e chissà mai...
Appuntamento - surprise! - su Dahlia Sport 2 alle 12.00, oppure sul vostro canale P2P preferito.

Mentre Laggiù si preparano ad andare allo stadio, Quassù s'è giocato l'annuale "Magic Weekend" allo stadio scozzese di Murrayfield, già teatro nello scorso anno: praticamente un turno intero di Engage SuperLeague con tutte le partite giocate una via l'altra nel medesimo stadio, stile torneo di rugby Sevens. Le due precedenti edizioni erano state tenute al Millennium di Cardiff. L'operazione è riuscita in tutte le occasioni poichè una folla media di 30.000 (26.000 quest'anno) persone è accorsa all'evento.
Quest'anno si sono suddivisi i match in due giornate:
Sabato:
Bradford 00 Vs 19 Crusaders RL
Hull 08 Vs 25 Harlequins RL
Salford 16 Vs 68 Warrington
Leeds 34 Vs 30 Wakefield
Domenica:
Wigan 28 Vs 10 Huddersfield
Castleford 34 Vs 18 Catalans Dragons
St Helens 54 Vs 00 Hull KR


Wigan continua a guidare la classifica con un margine di soli due punti, regolando Huddersfield che rallenta la sua corsa. Continuano a perdere i Catalans ora soli in fondo alla classifica perchè gli Harlequins dopo la vittoria della scorsa settimana "bissano", a spese - nientepopodimeno - di Hull dei piani alti con una convincente vittoria che li toglie dal mio personale cesto delle squadre spreca tempo.
St Helens continua la propria rincorsa alla vetta con una vittoria schiacciante su su Hull KR, mentre Warrington vince facile su Salford; i Leeds Rhinos, riuscendo a vincere contro Wakefield si riportano in zona play off.



Classifica: Wigan 22 - Warrington, St. Helens 20 - Huddersfield 16 - Bradford 15 - Hull 14 - Leeds 13 - Wakefield, Hull KR 12 - Crusaders RL, Castleford 10 - Harlequins RL, Salford 06 - Catalans 04

Menzione particolare questa settimana per Bradford vs Crusaders RL.
Un match vinto dai Gallesi con una prestazione veramente convincente di tutto il team, una fuga di Gareth Thomas (35 anni) che lascia sul posto i più giovani avversari e dopo aver attraversato quasi tutto il campo rimette in gioco il pallone velocemente tanto da permettere ai suoi compagni di avere campo semi-libero per marcare la meta. Azione deliziosa - vedere per credere. Non paghi i ragazzi di Wrexham continuano a lasciare a bocca asciutta gli avversari, chiudendo il match con una delle mete più belle (e fortunose per carità - ma la meta va conquistata coi denti e senza arrendersi...) mai viste: il marcatore, tal Sammut, è un loffio da paura ma stavolta ha segnato davvero una signora meta.
I Crusaders RL, team gallese basato da quest'anno a Wrexham (Wrecsam in gallese) dove raccolgono un discreto pubblico, in media 4-5.000, hanno una storia interessante: non sono altro che i "vecchi" Celtic Warriors, cestinati dalla Union Gallese dopo la stagione 2003-2004 di Celtic League e basati all'epoca a Bridgend.

Caddero in crisi economica, schiacciati dalla presenza dei vicini Ospreys. Nel 2006 Leighton Samuel li "resuscitò" con un "Go North", chiamando Manchester Inghilterra, sede della Rugby Football League. I Celtic Crusaders furono accettati, inseriti nella National League 2, concludendo al terzo posto. Nel 2007 riuscirono a vincere la Lega 2 accedendo alla Co-operative National League One nel 2008. I gallesi riuscirono ad arrivare secondi al loro primo anno di League One, perdendo la finale con Salford retrocessa dal Super League. Nello stesso anno ai Crusaders fu concessa una licenza triennale per prendere parte all'Engage Super League, riformata senza retrocessioni.
Il primo anno di partecipazione non fu foriero di grandi vittorie nè di grande seguito. Per questo motivo il nuovo proprietario pensò bene di portare baracca e burattini nel Galles del Nord, a Wrexham, una gran bel posto (sarcasticamente), a buona distanza dai club di Celtic League; mise sotto contratto l'ex allenatore della Gran Bretagna e complice qualche acquisto azzeccato (tra cui Gareth Thomas) mise in moto una macchina che sta viaggiando a buoni ritmi con punte di pubblico da 7000 persone, delle vittorie importanti e un paio di passi da fare per arrivare ai play off della stagione 2009.

4 commenti:

Abr ha detto...

... che tamarrone quel Sammut ... :)

Anonimo ha detto...

L'ANZAC Day è una commemorazione che si tiene ogni anno in Australia e Nuova Zelanda il 25 aprile in memoria di tutti i soldati delle forze armate in Australia e la Nuova Zelanda (ANZAC è infatti l'acronimo di Australia and New Zealand Army Corps, "Corpo d'armata di Australia e Nuova Zelanda") caduti in tutte le guerre.

I soldati australiani hanno combattuto sia nella Prima che nella Seconda guerra mondiale. La scelta del 25 aprile cade per ricordare l'anniversario del primo sbarco dei Diggers (sabotatori) australiani a Gallipoli (Turchia) nell'offensiva britannica del 1915, e che vide per la prima volta l'utilizzo in Europa di soldati provenienti dalle più lontane propaggini dell'Impero.

Abr ha detto...

Cosa sia l'Anzac Day e' noto, ma fai bene a ribadirlo.
Aggiungo che proprio nei dintorni del 25 aprile 1945 le mie parti furono liberati da truppe neozelandesi, quindi un legame personale con l'Anzac Day ce l'ho e l'ho spesso ricordato anche per iscritto da altre parti della Rete.

Rimane pero' la mia (e non solo mia) ignoranza, il "non si sa perche'", relativo al test: mica si fa il 25 aprile ...

Abr ha detto...

Assolutamente OT, in continuita' col commento precedente: prima una testimonianza dell'epoca (1945), poi il mio commento; pubblicato il 25 aprile, in altro blog.

‘In village after village the crowds had increased, lining the streets to shout “Viva”, and a new word we had not heard before. It sounded like “Chow”, was written, we discovered “Ciao”, and meant a mixture, so far as we could see, of “Hurrah—Good luck—and Good-bye.”
Girls threw us flowers hastily gathered from the fields, and white elder blossom torn from the roadside trees. In one village I asked when the Germans had left. “leri Sera—last night,” and they had left “molti morti.” What, dead Germans? No, “molti morti Italiani.” The parachutists had wanted bicycles, and had shot down half the men of the village in seizing them….’

Near Monselice, Veneto, Italy, April 27th 1945. From Divisional Cavarly Battalion and B Sq. of 20th Regiment 9th Infantry Brigade, NZl.

Interestinlgy enough, it appears “ciao” was not yet used by other italians.
Far more interesting to me, I found a match lately among stories told by my elders and a testimony from Down Under, after so many years..

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web