domenica 9 maggio 2010

L'ultima dei Premier

Ultima giornata "regolare" di Guinness Premiership e le premesse poste dalla precedente 21' giornata non vengono smentite.
Bath completa la sua grande rimonta - 11 vittorie su 12 partite di campionato da Natale in poi - confermando il quarto posto raggiunto sabato scorso, con una vittoria casalinga per 39-3 sul gia' piu' che soddisfatto Leeds. Cinque mete di cui due per Nick Abendanon, 14 punti per Olly Barkley, 17-0 a fine primo tempo.
Il risultato di Bath, peraltro abbastanza scontato, rendeva pleonastica la vittoria a Newcastle dei Wasps per 25-28, con meta d'addio per Paul Sackey (in foto) atteso a Tolone; l'altro partente, Danny Cipriani, e' invece fuori per infortunio. Per i Falcons, mutati i fattori il risultato scadente non cambia: un tempo Wilkinson-dipendenti, oggi Jimmy Gopperth conquista la leadership dei marcatori del torneo ma la squadra sempre anonima rimane.
Almeno le Vespette il loro l'han fatto e pure fuori casa: i London Irish, altra squadra potenzialmente in lizza playoff, scalzata nelle scorse settimane prima dai Wasps poi da Bath, non sono stati in grado di onorare manco l'addio alle armi del gladiatore Mike Catt. Sono stati infatti pesantemente regolati in casa dai Saints di Northampton per 7-31 con due mete di John Clarke schierato centro, una di Chris Ashton capocannoniere del torneo e sedici punti per Myler.
Con questa vittoria i Saints mettevano in sicurezza il secondo posto dall'assalto dei Saracens terzi, che con Aguero titolare e Ongaro subentrato a Schalk Brits nel secondo tempo, espugnavano 23-32 il campo delle Tigri di Leicester, relativamente rilassate anche se schieravano molti dei loro big calibers - Castrogiovanni, Ben Youngs, Ben Kay, Tom Croft, Moody, Tuilagi, Scott Hamilton e Geordan Murphy etc.etc. - dopo essersi assicurate il primo posto nel turno precedente.
Guidano sempre i Sarries tranne un intervallo tra la meta di Tuilagi al 10' e quella dell'americano Wyles schierato estremo al 25'. Alla fine sono due mete per parte (di Ayerza e Schalk Brits le altre), con 19 punti per Glen Jackson contro 13 di Jeremy Staunton.
Le altre partite: gli Harlequins davanti al loro prossimo coach O'Shea chiudono bene un anno da dimenticare vincendo 35-20 contro un'altra squadra che vuole archiviare in fretta questa stagione, gli Sharks di Sale; Worcester infine prova fino all'ultimo a dare l'addio giusto al suo pubblico, ma perde 22-23 con Gloucester. Tra gli addii dati nel modo giusto, quello del mitico estremo australiano Chris Latham, che segna la sua unica meta dell'anno prima di trasferirsi in Giappone.
La classifica finale di Guinness Premiership:


Team Pts P W D L F A +/- BT BL
1 Leicester 73 22 15 1 6 541 325 216 7 4 29
2 Northampton 71 22 16 0 6 472 322 150 2 5 27
3 Saracens 69 22 15 1 6 480 367 113 2 5 25
4 Bath 61 22 12 2 8 450 366 84 5 4 17
5 Wasps 57 22 13 0 9 394 399 -5 2 3 13
6 London Irish 52 22 10 3 9 469 384 85 3 3 8
7 Gloucester 48 22 10 1 11 470 457 13 2 4 4
8 Harlequins 46 22 9 2 11 420 484 -64 3 3 2
9 Newcastle 37 22 6 4 12 319 431 -112 1 4 -7
10 Leeds 36 22 7 1 14 283 493 -210 0 6 -8
11 Sale 32 22 6 1 15 333 495 -162 0 6 -12
12 Worcester 28 22 3 4 15 312 420 -108 0 8 -16

A questo punto siamo ai play offs a partita secca:
Leicester Tigers vs Bath
Northampton Saints vs Saracens.
Prima semifinale in salita per il pur esaltato Bath degli ultimi tempi: il miglior attacco per mete segnate del torneo (Bath) contro il miglior attacco per punti totali fatti e la miglior difesa per mete concesse (Leicester). La seconda gara e' sulla carta piu' equilibrata: la miglior difesa del torneo (Saints) opposta al secondo miglior attacco. Il fattore campo risultera' importante in ambo le sfide.


[Per migliorare bisogna sempre controllare, quindi andiamo a verificare cosa sinteticamente preconizzavamo, alla partenza della Premiership il 3 settembre: "A freddo, vediamo ai playoff nell'ordine Tigers, Irish e Bath (se recupera il colpo della droga ma soprattutto Butch James); in lotta per uno o due posti anche Sarries sudafricanizzati (ma anche con tre italiani in prima linea), Gloucester del sopravvissuto Bortolami e la possibile sorpresa Saints.
In più mai sottovalutare i Wasps: forse lo scarso impegno di coppa gli consentirà di focalizzarsi sul campionato e sarebbe ora che Danny Cipriani facesse uno step up.
Tempi duri invece, almeno inizialmente, per i Quins; fossero italiani potrebbero forse mutare le avversità ambientali in energia ... Gli Sharks rappresentano quest'anno un bel punto di domanda, finito un ciclo ne devono far partire un altro. In fondo ci sta Leeds, con Worcester sempre a far appello alla determinazione da Warriors e i Falcons: vedremo come se la cava Jimmy Gopperth in regia". Beh, delusione Irish a parte - ma sono pur sempre tra i primi sei ed erano nei playoff fino a due turni dalla fine - e Saints ancor piu' sorprendenti del previsto, non abbiamo deragliato di molto, no?]



Nel frattempo termina anche la "serie A" inglese che si chiama RFU Championship: rimpiazzera' Worcester in Premiership la vincente tra Bristol, retrocessa dalla massima serie la stagione scorsa e gli Exeter Chiefs del Devon, Cornwall, luogo storico del rugby inglese (i Cornish Pirates), vincenti per 37-8 nello spareggio coi Bedford Blues. Le finali si terranno mercoledì 19 maggio a Exeter (andata)e il 26 a Bristol (ritorno).

Nessun commento:

Recent Posts

Latest Rugby Headlines


Championships

Rugby Values

Down Under news

rugbyboots.net

rugbyboots
We take a look at all the rugby boots on the market, show you the best for your position, the conditions and whether it is rugby union or rugby league you need the boots for.

Rugby news from Scrum.com

Rugby World News

Premiership News

Rugby Press

SuperSport.com News

Eurosport - France

SudOuest.fr - rugby

Championships News

Il Rugby in Italia (via RugbyCS)

Italians in the Web